Per effettuare i pagamenti online oggi esistono diverse soluzioni, dalle carte prepagate a quelle “virtuali”: scopriamone alcune.

Carte Prepagate per effettuare spese Online

Le carte prepagate per essere aperte necessitano solamente di due fattori:

1. Un documento di Identità valido

2. Denaro da versare, anche in versione digitale

Le tipologie di carte prepagate

Queste sono svariate e a seguire verranno elencate: alcuni prodotti sono dedicati esclusivamente alle spese online, mentre altri offrono una gamma di servizi più simili a quelli delle carte tradizionali.

1. Le carte con IBAN con Plafond più alto rispetto alle altre Carte Bancomat anche in caso di prepagate non connesse ad un conto corrente che sono un ulteriore tipologia

2. Carte nominative, queste carte bancomat sono collegate ad un Conto Corrente e hanno un canone mensile

3. Carta di credito bancomat prepagata al portatore: carte “usa e getta” anonime. Non sono nominative in senso stretto sono comunque riconducibili a chi le ha inizialmente attivate. Queste carte possono essere impiegate online e possono essere ricaricate.

4. Carta bancomat prepagata senza Conto Corrente, come dice la definizione stessa queste carte non si appoggiano ad un conto e per aprirle occorre recarsi presso una filiale della banca scelta o presso un Ufficio Postale (esempio classico di questa carta è la PostePay) tramite registrazione.

5. Carta prepagata per persone Under 18, queste carte sono pensate per chi ha meno di 18 anni e per essere aperte necessitano dell’accompagnamento di un genitore, plafond basso e non connesse ad un conto corrente, possono essere impiegate anche online

6. Bancomat prepagato per giovani e studenti, utilizzabili online sono carte che consentono di controllare il budget di spesa dei figli, alcune di queste carte sono in convenzione con gli Atenei

7. Carte prepagate aziendali, queste carte sono nominative e consentono all’azienda di tenere sotto controllo in maniera semplice le spese aziendali effettuate dai loro dipendenti

certificato_unicasim

ultimo aggiornamento: 22-03-2017


Bancomat e PagoBancomat: come funzionano?

IL TFR in azienda conviene o meglio fondo pensione?