Casa Milan è stata venduta ad un fondo immobiliare. Affare da 20 milioni di euro. La società rossonera resterà lì.

MILANO – Casa Milan venduta ad un fondo immobiliare. Dopo aver completato l’acquisto lo scorso febbraio, la società rossonera ha deciso di cedere la proprietà di questa struttura per una cifra di 20 milioni di euro. Il club resterà in questo impianto, almeno in un primo momento, ma non si esclude in futuro un addio di via Aldo Rossi per aprire una nuova pagina di storia.

Le riflessioni sono sicuramente ancora in corso e, in attesa di sciogliere tutti i dubbi, il Milan continuerà a restare nella sede storica.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

La nota

La cessione al fondo è stata annunciata in una nota riportata da La Gazzetta dello Sport. “Il Comparto Uno del Fondo Inarcassa RE, fondo immobiliare gestito da Fabrica SRG ed interamente sottoscritto da Incarcassa – si legge nel comunicato – ha acquisito l’immobile noto come Casa Milan: non soltanto moderno headquarter dello storico club sportivo, ma anche luogo aperto alla cittadinanza, ai tifosi rossoneri e a tutti gli appassionati sportivi che ospita Museo Mondo Milan, il Milan Store, la biglietteria e Casa Milan Bistrot“.

Sede Milan
Sede Milan

Il Milan resta nella sede storica

Non sono previsti, al momento, passi indietro da parte della società Milan. Il club rossonero continuerà la sua avventura nella sede storica, ma in futuro non è da escludere un cambio di strategia in futuro. Intanto, però, via Aldo Rossi continuerà ad essere la casa rossonera e la speranza è quella di poter ritornare ad ottenere dei successi importanti in poco tempo da festeggiarli in quella che è ormai la struttura storica.

Ma il futuro rossonero potrebbe presto riservare delle novità importanti soprattutto dopo la decisione di vendere la sede storica del club ad un fondo immobiliare per una cifra di 20 milioni di euro.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

calcio news milan

ultimo aggiornamento: 21-12-2021


Pensioni, incontro Draghi-sindacati a Palazzo Chigi

Manovra, si lavora anche di notte. Nuovo stop sul Superbonus