Caserta, 31enne picchiato per aver creato un profilo falso su Instagram

Disavventura per un 31enne della provincia di Caserta. L’uomo è stato picchiato per aver creato un profilo falso su Instagram.

CASERTA – Un banale scherzo si poteva trasformare in tragedia in provincia di Caserta. Un uomo di 31 anni è stato sequestrato sotto la minaccia di una pistola, legato ad un alberto e poi malmenato da un gruppo di persone. La sua colpa? Aver creato un profilo falso su Instagram con la foto ‘taroccata’ di uno dei tre.

Attimi di paura per il giovane che, grazie all’aiuto di alcune persone, è riuscito ad arrivare all’ospedale di Aversa. Da lì è partita la denuncia che ha portato all’identificazione dei tre aggressori che sono state denunciate per sequestro di persona e lesioni personali. Nelle prossime settimane verrà chiarita meglio la loro posizione.

Carabinieri macchina
Carabinieri macchina

Caserta, 31enne aggredito per un profilo falso su Instagram

La ‘spedizione punitiva’ è iniziata dopo la pubblicazione del profilo falso su Instagram di uno dei tre aggressori. Secondo il gruppo la responsabilità era del 31enne che – secondo quanto riferito dagli inquirenti – ha più volte negato il suo coinvolgimento.

Spiegazione che non ha convinto le persone che sono andati a prelevare la vittima sotto la minaccia di una persona. Subito dopo lo hanno legato ad un albero e picchiato per diverso tempo. Alla fine lo hanno minacciato dicendogli di essere pronti a legarlo alla macchina e trascinarlo per il Paese in caso di denuncia ai carabinieri.

Ma il 31enne non ha avuto paura ed ha denunciato la vicenda ai carabinieri. Sono in corso tutte le indagini per cercare di capire di più sulla vicenda. Le persone sono state identificate e nelle prossime ore saranno sentiti dagli inquirenti per accertare la dinamica dell’aggressione. Momenti di terrore per l’uomo che ha avuto molta paura per la sua vita durante la dura aggressione.

ultimo aggiornamento: 14-06-2019

X