Momenti di paura nel centro di Caserta. Un uomo di 45 anni si è barricato in un bar minacciando di fare una strage.

CASERTA – Attimi di terrore a Caserta nel pomeriggio di mercoledì 19 giugno 2019. Un uomo di 45 anni si è barricato in un bar armato dicendo di voler fare una strage. E’ stato decisivo l’intervento di un agente che ha sparato quattro colpi per fermare la furia dell’ex militare.

L’autore di questo episodio è stato portato in condizioni gravi in ospedale ma non sembra essere in pericolo di vita. Secondo gli inquirenti si è trattato di un gesto da parte di una persona con problemi psichici. L’uomo, infatti, era molto conosciuto in zona per i suoi racconti sulla vita da soldato ma finora non aveva mai estratto la pistola. Fortunatamente l’intervento delle Forze dell’Ordine ha evitato una strage che poteva avere sicuramente un bilancio molto diverso.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Polizia arresto
Polizia arresto

Caserta, 45enne si barrica in un bar: arrestato dai carabinieri

Il tutto è successo intorno alle 13 del 19 giugno 2019. L’uomo è sceso in strada con la pistola minacciando i passanti. Poi si è barricato in un bar, prendendo in ostaggio i clienti presenti e dicendo di voler fare una strage. Nel locale ha prima puntato l’arma contro la gabbia di un pappagallo e poi contro la cassiera.

Alla vista degli agenti ha iniziato a sparare contro di loro. Gli inquirenti sono stati costretti ad intervenire visto che per ben quattro volte non ha obbedito al loro ordine di abbassare l’arma. La sparatoria si è conclusa con il 45enne che è stato ferito da quattro colpi anche se le sue condizioni non sembrano essere in pericolo di vita. Sulla vicenda è stata aperta un’indagine anche se l’ipotesi più probabile continua ad essere quella di un gesto da parte di uno squilibrato. L’uomo era molto conosciuto in zona anche se finora non aveva mai mostrato l’arma.

Di seguito il video con la polizia in azione a Caserta


Bologna, in fiamme lo stabilimento delle ex officine Casaralta

Depistaggio Borsellino, Scarantino: In carcere subivo terrorismo mentale e fisico