Alitalia, Atlantia fa un passo indietro? Castellucci: "Troppi fronti aperti"

Alitalia, Atlantia fa un passo indietro? Castellucci: Troppi fronti aperti

Caso Alitalia, l’Amministratore delegato di Atlantia Giovanni Castellucci fa un mezzo passo indietro: Non possiamo concentrarci sulla compagnia, è un fronte complesso.

Continua a rappresentare un’incognita pericolosa il futuro di Alitalia. Nonostante l’impegno del vicepremier Luigi Di Maio, i lavori per il salvataggio della compagnia aerea sembrano ben lontani da una conclusione.

Caso Alitalia, trattative ancora lontane da una soluzione

Al momento mancano di fatto anche i players interessati alla trattativa. Le speranze e i riflettori sono puntati su Atlantia, ma le recenti dichiarazioni di Castellucci sembrerebbero rappresentare una chiusura più o meno netta e definitiva. La sensazione è che nella migliore delle ipotesi la società possa dare un contributo ma non sia intenzionata a farsi carico della situazione.

Alitalia
fonte foto https://twitter.com/Uiltrasporti_N

Giovanni Castellucci, Amministratore delegato di Atlantia: Abbiamo così tanti fronti aperti che non possiamo concentrarci solo su Alitalia

“Io non posso dire nulla di più di quello che ho detto in occasione dell’assemblea di Atlantia. Premesso che Adr ha un appeal a livello globale che non è determinato dalle vicende di Alitalia e ci auguriamo che possa trovare un suo assetto definitivo. Anche Alitalia è un biglietto da visita dell’Italia. Abbiamo così tanti fronti aperti che non possiamo impegnarci su Alitalia che è un fronte complesso. Nulla è cambiato e non posso dire nulla di più. È un tema delicato”.

Con queste parole l’amministratore delegato di Atlantia Giovanni Castellucci, parlando ai giornalisti in occasione della mostra Le ali di Leonardo. Il genio e il volo, ha fatto il punto sui lavori per il salvataggio di Alitalia ventilando un passo indietro – o almeno di lato – da parte di Atlantia.

ultimo aggiornamento: 03-05-2019

X