Il legale della famiglia di Angela Celentano, durante un’intervista ha parlato della nuova pista degli inquirenti sul caso della scomparsa.

La famiglia di Angela Celentano avrebbe scoperto che ci sarebbe una giovane donna con dei tratti caratteristici uguali a quelli della figlia. Le ricerche di Angela Celentano iniziarono il 14 agosto 1996, a distanza di pochi giorni dalla sua scomparsa, sul monte Faito. È arrivata la segnalazione di una foto raffigurante una ragazza molto somigliante con una sorella di Angela.

Polizia

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

La nuova pista

Secondo il legale della famiglia Celentano, ci sarebbe una flebile speranza di poter riabbracciare Angela, scomparsa quando era soltanto una bambina, e finalmente risolvere il caso di Monte Faito. Una ragazza sudamericana avrebbe dei tratti caratteristici simili a quelli della bambina – ad oggi ormai una donna – scomparsa.

Per chiarire ogni dubbio, sarà necessario svolgere un test del Dna. Ma la procedura non è così semplice. Le prime ricerche della piccola iniziarono il 14 agosto 1996, a distanza di pochi giorni dalla sua sparizione. Ancora non è chiaro se quella della ragazza del Sud America sia una falsa pista, l’ennesima per la famiglia. Da ben 26 anni, i familiari della scomparsa non hanno perso la speranza e lottano ancora per ottenere delle risposte.

Ferrandino: “Incredibile somiglianza”

Il legale della famiglia, ospite a “Mattino 5 news”, ha rilasciato un’intervista in cui ha parlato della nuova possibile pista nel giallo Celentano. Le dichiarazioni del legale Ferrandino: “C’è una incredibile somiglianza con una ragazza dell’America Latina ma lei è difficile da avvicinare. Ha una rete di protezione attorno molto forte per via della famiglia alle spalle molto facoltosa. Esercita poi una professione che non ci permette di raggiungerla facilmente. Ciò rende più complicata la raccolta del Dna e il procedere con le analisi”.

Ci sarebbe anche una notevole somiglianza tra il viso di Celentano e questa ragazza del Sud America. L’avvocato prosegue: “Angela aveva una voglia nella parte destra della schiena, mentre questa ragazza ce l’ha proprio al centro. Abbiamo interpellato una dermatologa e ci ha detto che crescendo è possibile che ci sia stata una traslazione“. L’unico modo per fare chiarezza, è eseguire il test del Dna.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

giallo

ultimo aggiornamento: 15-10-2022


Parigi, trovato cadavere di una ragazzina in una valigia

Polly Klaas, rapita e uccisa a 12 anni