Caso Cucchi, Conte: il ministero della Difesa si costituirà parte civile

Presa di posizione da parte del Governo sul caso Cucchi. Il premier Conte: “Ministero della Difesa parte civile al processo”.

ROMA – Dopo i carabinieri il processo per la morte di Stefano Cucchi potrebbe vedere anche una seconda parte civile. Il premier Conte ha annunciato la volontà da parte del ministero della Difesa di costituirsi come parte civile. “Si tratta – precisa il presidente del Consiglio – di una decisione del governo“.

Sulla vicenda è intervenuto anche il vicepremier Luigi Di Maio che attraverso la propria pagina Facebook ha voluto ringraziare l’Arma: “La lettera umana e autorevole del comandate Generale dell’Arma, Giovanni Nistri – scrive – rappresenta a mio avviso una condotta esemplare da parte di un vero uomo delle istituzioni, che non ha mai cercato consensi, né notorietà. Un messaggio, il suo, che ben lungi dal poter essere interpretato come un’Arma ‘contro’ i Carabinieri e che io, invece, considero un grande passo avanti dello Stato. Grazie Generale Nistri, per il suo gesto“.

Di seguito il post di Luigi Di Maio su Facebook

La deposizione davanti alla Corte d'Assise del carabiniere Francesco Tedesco sulla morte di Stefano Cucchi è…

Pubblicato da Luigi Di Maio su Lunedì 8 aprile 2019

Caso Cucchi, il resoconto di una giornata cruciale per il processo

La giornata odierna (lunedì 8 aprile 2019) è stata cruciale per il caso Cucchi. L’Arma dei carabinieri ha deciso di costituirsi parte civile al processo mentre in Corte d’Appello è stato interrogato uno degli indagati e superteste della vicenda, Francesco Tedesco.

Stefano Cucchi
fonte foto https://www.facebook.com/AssociazioneStefanoCucchiOnlus

Il militare ha svelato diverse cose successe in quella caserma la sera dell’omicidio di Stefano Cucchi. Il pubblico ministero nei prossimi giorni ascolterà altre persone per una sentenza che dovrebbe arrivare a breve. Le indagini sulla morte del ragazzo romano sembrano essere arrivate vicine ad una conclusione e la situazione per i carabinieri indagati è sempre più complicata. La Corte d’Appello potrebbe ritenere proprio loro responsabili dell’uccisione di Stefano e quindi condannarli per omicidio.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/pg/GiuseppeConte64

ultimo aggiornamento: 09-04-2019

X