Caso di Lodi, i bambini tornano a mensa: accordo con il Coordinamento Uguali Doveri

Caso di Lodi, tornano a mensa i bambini stranieri. Le famiglie pagheranno la tariffa ridotta, la differenza sarà colmata dal Coordinamento Uguali Doveri grazie ai soldi raccolti.

Svolta nel caso di Lodi, con tutti i bambini che hanno fatto ritorno nelle mense scolastiche grazie al raggiungimento di un accordo con il Coordinamento Uguali Doveri.

Caso di Lodi, i bambini stranieri tornano a mensa grazie al Coordinamento Uguali Doveri

Le famiglie che erano state costrette a rinunciare al servizio di mensa perché non provviste del documento richiesto dal provvedimento del sindaco di Lodi sono state contattate dal Coordinamento Uguali Doveri.

Grazie ai 60.000 euro raccolti in questi giorni, il Coordinamento ha proposto alle famiglie di far tornare i bambini a mensa pagando la tariffa ridotta. La differenza per arrivare a coprire la spesa totale sarà messa proprio dal Coordinamento che attingerà dai fondi raccolti in questi giorni.

mensa scolastica Lodi
Fonte foto: https://www.facebook.com/GiovanniPiconeSindaco/?tn-str=k*F

Lodi, manifestazione in favore dei bambini stranieri

Nonostante il ritorno dei bambini a scuola grazie all’iniziativa del Coordinamento e ai soldi raccolti in questi giorni, in piazza Broletto di Lodi, in prossimità della sede del Comune, è iniziato un presidio di dodici ore per manifestare contro il provvedimento adottato dalla sindaca Casanova, accusata di aver discriminato (in maniera indiretta) centinaia di bambini stranieri.

La protesta è guidata da Abdelrahman El Saidm, il quale ha fatto sapere come reperire i documenti richiesti sia particolarmente difficile soprattutto per i rifugiati politici e per le persone che sono scappate da paesi in guerra. Lo stesso El Sadim ha rivelato che delle 300 domande presentate, solo cinque sono state ritenute valide.

ultimo aggiornamento: 16-10-2018

X