Caso Diciotti, le dichiarazioni di Matteo Salvini dalla Basilicata

Caso Diciotti, Salvini sfida i giudici: Io a testa alta, le loro accuse sono fantasia

A pochi giorni dal voto del Senato sul caso della Diciotti, il ministro Matteo Salvini sfida i giudici dalla Basilicata: Io a testa alta, le loro accuse sono fantasia.

Nel corso del suoi tour elettorale in Basilicata in vista delle prossime elezioni regionali, il vicepremier Matteo Salvini è tornato a parlare del caso Diciotti. Il leader della Lega, in attesa di sapere se dovrà affrontare un processo o se sarà salvato dai colleghi senatori, ha ribadito di essere sereno e soprattutto convinto di non aver commesso reati.

Casp Diciotti, Matteo Salvini ‘sfida’ i magistrati e le opposizioni dalla Basilicata

In occasione del comizio a Lauria (Potenza), Matteo Salvini ha commentato il prossimo voto del Senato sul caso della Diciotti tirando una frecciatina al vetriolo ai magistrati, facendo sapere che le accuse a suo carico sarebbero esclusivamente frutto della fantasia.

Diciotti, Matteo Salvini: “Se mi processano per aver difeso i confini nazionali ne sarei orgoglioso”

Di fronte ai suoi sostenitori, il leader della Lega ha detto di essere pronto ad “andare a testa alta in Senato“, deciso ad affrontare l’esito del dibattito su un reato che gli viene “fantasiosamente” attribuito dalla magistratura. “Se mi processano per aver difeso i confini ne sarei orgoglioso“, ha chiosato Matteo Salvini.

Matteo Salvini
fonte foto https://twitter.com/matteosalvinimi

Salvini sulle prossime elezioni in Basilicata: Se la Lega vince in governo non salta, la mia parola vale più dei sondaggi

Salvini ha poi parlato anche della situazione del governo e delle prossime elezioni in Basilicata: “Siamo in due al Governo. Non prendo i meriti che dobbiamo prenderci al 50 per cento, ho idee diverse ma sono una persona corretta e leale, poi abbiamo visioni diverse. Se la Lega vince in Basilicata il governo non salta, la mia parola vale più dei sondaggi“.

ultimo aggiornamento: 17-03-2019

X