Caso Maugeri, Formigoni condannato dalla Corte dei Conti

Caso Maugeri, Formigoni condannato dalla Corte dei Conti

Caso Maugeri, Formigoni condannato dalla Corte dei Conti. L’ex governatore e gli altri imputati dovranno risarcire 47,5 milioni al Pirellone.

MILANO – Caso Maugeri, Roberto Formigoni condannato dalla Corte dei Conti della Lombardia. La sentenza emessa nella mattinata di martedì 17 settembre ha deciso che l’ex governatore della Lombardia e gli altri imputati dovranno risarcire il Pirellone di un danno erariale complessivo di 47,5 milioni di euro. I sequestri già effettuati, inoltre, sono stati convertiti in pignoramento.

La ricostruzione del caso Formigoni

Il caso Formigoni è una delle vicende più importanti degli ultimi anni. Durante il suo incarico di presidente della Regione Lombardia, l’esponente della destra ha sottratto 61 milioni di euro dalla Fondazione Maugeri, soldi investiti per il pagamento di tangenti e scambi di favori. In cambio di decisioni pilotate, il governatore del Pirellone avrebbe ricevuto una serie di favori e beni, in dono o in usufrutto.

Indagini che hanno portato ad un percorso giudiziario molto lungo tanto da essere arrivati fino in Cassazione dove è stata emessa una condanna di 5 anni e 10 mesi. Ora la sentenza della Corte dei Conti che costringe gli imputati a sborsare una cifra superiore ai 40 milioni di euro al Pirellone. Possibile il ricorso in secondo grado ma anche qui la strada sembra essere in salita.

Roberto Formigoni
Roberto Formigoni

Le accuse e la condanna della Corte di Cassazione

Le accuse nei confronti di Formigoni sono di corruzione. L’ex presidente della Regione è stato condannato nei tre gradi di giudizio con la Cassazione che ha emesso una sentenza di 5 anni e 10 mesi per il politico. Una pena che, inizialmente, doveva essere scontata in carcere ma la Procura alla fine ha deciso di accettare la richiesta di scarcerazione.

Ora la condanna da parte della Corte dei Conti a pagare 47,5 milioni di euro alla Regione Lombardia. Una cifra che sarà divisa con gli altri imputati nella vicenda.

ultimo aggiornamento: 17-09-2019

X