Caso Ramy, Fabio Fazio punge Salvini a Che tempo che fa

Fazio sul caso Ramy: Un italiano ha dirottato un autobus, due non italiani hanno salvato cinquanta persone

Fabio Fazio invita Ramy e Adam a Che tempo che fa e punge Salvini. Il ministro dell’Interno avverte: al momento non ci sono le condizioni per concedere la cittadinanza.

Prosegue il duello a distanza tra Matteo Salvini e Fabio Fazio. Tra il noto conduttore televisivo e il vicepremier non corre buon sangue, sia per compenso percepito da conduttore di Che tempo che fa sia per evidenti divergenze dal punto di vista politico-ideologico.

Autobus incendiato a Milano
Fonte foto: https://www.facebook.com/ARIA-Milano

Autobus incendiato a Milano, Ramy e Adam a Che tempo che fa

Nuovo terreno di scontro tra i due è il caso Ramy. Il tredicenne che ha allertato i carabinieri durante il dirottamento dell’autobus da parte di Sy è stato invitato da Fazio nella sua trasmissione insieme con Adam e con alcuni dei carabinieri che hanno preso parte alle operazioni di salvataggio.

Fabio Fazio: Un italiano ha dirottato un autobus, due non italiani hanno salvato cinquanta persone

Un cittadino italiano ha dirottato un autobus due non italiani hanno salvato cinquanta persone“, ha chiosato Fazio riassumendo quanto accaduto in quelle tragiche ore del dirottamento. Impossibile non notare una nota critica nei confronti della politica di Matteo Salvini per quanto riguarda i migranti.

Fabio Fazio
Fabio Fazio

Cittadinanza a Ramy

La polemica, che ha investito anche il governo in seguito all’appello di Luigi Di Maio a Matteo Salvini, riguarda ora la concessione della cittadinanza a Ramy e alle persone a lui vicine, per usare le parole del leader della Lega.

Bocciata la proposta di tornare a discutere lo Ius Soli, il ministro degli Interni ha fatto sapere che al momento, purtroppo, non ci sono le condizioni per concedere la cittadinanza al piccolo, evidentemente per problemi legati a qualche suo famigliare.

Lo stop di Salvini ha diviso maggioranza di governo e opinione pubblica. La discussione è ancora aperta e il rischio è quella di una nuova frattura tra Lega e Movimento.

ultimo aggiornamento: 26-03-2019

X