Caso Regeni, il ministro egiziano: Poteva accadere a chiunque. Si tratta di un omicidio ordinario

Il ministro egiziano sul caso Regeni: “Si tratta di un omicidio ordinario. Poteva accadere a chiunque e in qualsiasi Stato”.

GINEVRA (SVIZZERA) – Un omicidio ordinario. E’ stato definito così dal ministro del Lavoro egiziano, Mohamed Saafan, l’uccisione di Giulio Regeni. A riportare le parole dell’esponente di governo è il sito Al Bawaba rilasciate durante una conferenza a Ginevra.

Si tratta di un omicidio ordinario – precisa – che sarebbe potuto accadere in qualsiasi Stato, come gli omicidi egiziani in Italia o quelli di qualsiasi altra persona di qualsiasi altra nazionali- L’uccisione è di natura criminale e per questo deve essere trattato attraverso la Procura generale e la sua omologa italiana“.

Caso Regeni, l’Egitto si ‘tira fuori’. E’ scontro con l’Italia?

Il caso Regeni a breve potrebbe creare uno scontro diplomatico tra Egitto e Italia. In più di un’occasione il governo guidato dal premier Conte ha chiesto ad Al-Sisi di insistere nella ricerca del mandante e degli esecutori dell’omicidio del giovane italiano.

Ma le parole del ministro del Lavoro fanno pensare ad una strada diversa intrapresa da Il Cairo. Nessun coinvolgimento in prima persona da parte del governo egiziano perché si tratta di un “omicidio ordinario” e per questo le indagini devono essere condotte dalla Procura generale. Ma sono passati ormai oltre tre anni e ancora non si ha la verità.

Giulio Regeni
fonte foto https://twitter.com/foisluca84

Caso Regeni, i genitori di Giulio chiedono giustizia

Giustizia. E’ questa la parola che i genitori di Giulio chiedono al governo italiano ma anche a quello egiziano. Da tempo la madre e il padre del ricercatore stanno combattendo per dare un nome e un cognome a chi ha ucciso il loro figlio. Ma non si è mai arrivati alla verità. I misteri in questo caso restano molti e soprattutto non sarà semplice arrivare alla verità nel giro di poche settimane.

fonte foto copertina https://twitter.com/foisluca84

ultimo aggiornamento: 18-06-2019

X