Migranti, caso Sea Watch: Luigi di Maio, Italia pronta a un incidente diplomatico con il governo olandese. E Palazzo Chigi avverte: il caso presentato alla Corte europea dei diritti dell’uomo.

Resta alta la tensione legata al caso della Sea Watch 3, ormeggiata da giorni al largo delle coste di Siracusa in attesa di ricevere l’autorizzazione ad approdare in un porto sicuro. Nonostante la posizione geografica, il governo italiano ha chiamato in causa quello olandese che, nonostante la nave dell’Ong porti la sua bandiera, ha fatto sapere di non essere intenzionata a farsi carico delle quarantasette persone a bordo dell’imbarcazione.

Green Pass obbligatorio, le regole dal 15 ottobre

Sea Watch
fonte foto https://twitter.com/seawatchcrew

Caso Sea Watch 3, Luigi Di Maio: “Siamo pronti a un incidente diplomatico con l’Olanda: è tempo che rialziamo la testa e ci facciamo sentire”

Il ‘No’ secco dell’Olanda ha scatenato le reazioni del governo italiano e il vicepremier Luigi Di Maio è passato all’attacco minacciando un caso diplomatico.

O l’Ue redistribuisce questi 47 o, ancor meglio, l’Olanda se li prende: la bandiera non è una cosa folklorstica, indica che quella barca è Olanda“, ha dichiarato Luigi Di Maio, ospite a Quarta Repubblica. “Siamo pronti a un incidente diplomatico con l’Olanda: è tempo che rialziamo la testa e ci facciamo sentire“.

Luigi Di Maio
Luigi Di Maio

Sea Watch, la nota di Palazzo Chigi

Nelle ultime ore è arrivata una nota anche da Palazzo Chigi, che ha fatto sapere di aver portato il caso all’attenzione della Corte europea per i diritti dell’Uomo.

“L’Italia ritiene che la giurisdizione appartenga all’Olanda, in quanto paese di bandiera della nave che ha effettuato il salvataggio in acque internazionali. Pertanto […] l’Italia depositerà una memoria davanti alla Corte, con la quale farà valere la giurisdizione olandese, contestando la propria legittimazione passiva”.

ultimo aggiornamento: 29-01-2019


Dl Semplificazioni, il Senato taglia 62 emendamenti

“Non devo essere processato”: la lettera di Salvini sul caso Diciotti