Caso Skripal, gli inquirenti hanno individuato i responsabili dell’attacco: sarebbero tutte di nazionalità russa le persone coinvolte.

GB – Proseguono le indagini da parte della polizia e dei servizi segreti britannici per provare a fare luce sul caso Sergei Skripal, l’ex spia russa avvelenata a Salisbury con gas nervino. Dopo mesi di lavori si sarebbe finalmente giunti a una svolta.

Caso Sergei Skripal, la svolta nelle indagini: individuate le persone ritenute responsabili dell’attacco

Secondo quanto raccolto dai media britannici, la  polizia avrebbe identificato i responsabili dell’attacco ai danni dell’ex spia russi e di sua figlia Yulia, un caso che ha diviso l’opinione pubblica e ha acceso il dibattito politico tra Londra e Mosca, che continua a definirsi estranea alla faccenda scaricando le responsabilità sull’Europa.

Gli inquirenti avrebbero individuato i responsabili del gesto grazie alle immagini delle telecamere di sorveglianza installate nelle strade del piccolo paese britannico. Stando a quanto emerge, dietro all’attacco sarebbero coinvolte diverse persone, tutte di nazionalità russa. Difficile a questo punto per il governo inglese credere alla versione dei fatti fornita dalla Russia, secondo cui l’avvelenamento sarebbe stata opera di servizi segreti occidentali.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Leicester Police
Fonte foto: https://www.facebook.com/leicspolice/

Avvelenamento di Sergei Skripal: resta l’ombra del Cremlino (e di Putin)

Le immagini delle telecamere sono state incrociate con i nominativi delle persone arrivate in Gran Bretagna nelle settimane che hanno preceduto il tentato omicidio. Gli inquirenti sono sicuri che dietro all’attacco ci sia la mano dei servizi segreti russi e forse del governo di Mosca, ossia di Vladimir Putin. 

Fonte foto: https://www.facebook.com/leicspolice/


Tensione in Medio Oriente: Israele è Stato-nazione del popolo ebraico

Lutto nel mondo del pattinaggio, ucciso il bronzo olimpico Denis Ten