Caso Tav, il M5S potrebbe mandare Salvini a processo per la Diciotti

M5S, Salvini a processo per la Diciotti senza accordo sul Tav?

Nodo Tav, il Movimento Cinque Stelle potrebbe mandare Salvini a processo per il caso Diciotti se la situazione non si dovesse risolvere.

Nervi tesi in casa Movimento Cinque Stelle per il comportamento di Matteo Salvini che, rinnegando la decisione di Conte e Di Maio, si è detto intenzionato ad avviare i bandi per la realizzazione del Tav, opera da realizzare. È opposta la posizione del Movimento Cinque Stelle, che ha fatto sapere di non essere intenzionato a sprecare i soldi degli italiani. E il premier Conte sarebbe dalla parte dei pentastellati, almeno per quanto riguarda l’utilità del Tav, un progetto da ridiscutere con Francia e Unione europea.

Tav Chiomonte
Fonte foto: https://www.facebook.com/Gruppo-Giovani-ANCE-Torino

Tav, è scontro aperto tra Lega e Movimento Cinque Stelle

Il tempo della collaborazione e della responsabilità, invocata da Conte, è definitivamente finito o almeno sospeso.

Di Maio e Salvini sono arrivati al muro contro muro e il leader della Lega, in barba alla posizione del capo del governo e del collega pentastellato, è pronto a dimostrare chi ha la testa più forte. Un discorso, quello di Salvini, non propriamente diplomatico.

L’idea del leader del Carroccio è chiara. Rivedere i costi per sbloccare i cantieri e costruire. Altrettanto chiara la posizione del Movimento Cinque Stelle e del premier Conte, che non sarebbe mosso da alcuna ideologia politica. Il Tav non sarebbe utile e rappresenterebbe uno spreco di denaro.

GIUSEPPE CONTE LUIGI DI MAIO MATTEO SALVINI
GIUSEPPE CONTE LUIGI DI MAIO MATTEO SALVINI

Il ricatto del Movimento Cinque Stelle

Come confermato da Buffagni per il Movimento Cinque Stelle, il governo sta attraversando la sua prima crisi. Nella migliore delle ipotesi uno tra Salvini e Di Maio avrà la meglio sull’altro che dovrà leccarsi le ferite. Nella peggiore delle ipotesi si andrà alle elezioni anticipate, scenario che al momento non conviene a nessuno.

È vero infatti che i sondaggi elettorali dimostrano che la Lega è il partito del momento, in cima alle preferenze degli italiani, ma è vero anche che Salvini ha sulla testa la pendenza del processo per la Diciotti e l’approvazione della Legittima difesa.

Diciotti, Salvini a processo se non cede sulla Tav?

Da qui l’ipotesi ventilata nelle ultime ore da qualcuno del Movimento Cinque Stelle. Mentre Di Maio continua a fare appello alla fedeltà e al contratto di governo, qualcuno del popolo grillino sarebbe pronto a girare le spalle a Salvini sul caso della Diciotti, votando per l’autorizzazione a procedere e costringendolo quindi al processo. Processo dal quale con ogni probabilità sarà assolto, certo, ma le tempistiche potrebbero costringerlo a rivedere il suo piano per le elezioni europee.

E non è tutto. A Matteo Salvini servono assolutamente i voti dei senatori del Movimento Cinque Stelle per l’approvazione definitiva della legge sulla Legittima difesa, passata alla Camera ma in attesa dell’approvazione del Senato per essere convertita in legge.

ultimo aggiornamento: 10-03-2019

X