Cassazione: il saluto romano è reato

La Cassazione ha confermato la condanna a Gabriele Leccisi, accusato di aver fatto il saluto romano in Consiglio comunale.

MILANO – “Il saluto romano in Consiglio comunale è reato“. La decisione è stata presa dalla Cassazione di Milano che ha confermato la pena di un mese e dieci giorni (condanna sospesa) a Gabriele Leccisi, reo di aver fatto un saluto romano a Palazzo Marino nel maggio 2013.

I legali dell’imputato avevano fatto ricorso fino al terzo grado per vedere revocata la condanna ma la Corte Suprema ha deciso di confermare quanto deciso nei gradi di giudizio precedenti. L’avvocato durante l’udienza ha fatto presente della discussione molto importante di quel giorno come il ‘piano Rom‘. Ma i giudici hanno precisato come “sono proprio le circostanze di tempo e di luogo a non consentire di ritenere sussistenti le condizioni per togliere la condanna“.

Tribunale di Milano
fonte foto https://www.facebook.com/francesco.nicastro

Cassazione, saluto romano in Consiglio comunale è reato

L’episodio specifico risale al maggio 2013 quando Leccisi durante un Consiglio comunale è stato protagonista di un saluto romano. La Cassazione ha specificato come in sfavore dell’imputato c’è un altro elemento molto importante.

La seduta consiliare, infatti, si svolgeva a margine della protesta organizzata dallo stesso imputato in piazza San Babila, storico luogo dei raduni dei raduni neofascisti. E proprio il saluto romano e la frase “presenti e ne siamo fieri” mettono in evidenza il suo credo al fascismo.

Una sentenza che può creare un precedente per il futuro. Non è la prima volta, infatti, che succede un evento simile in un Consiglio Comunale o in un altro evento viene fatto il saluto romano o dato troppo spazio al fascismo. Ne è esempio il servizio del TG3 Emilia Romagna sulla manifestazione di Predappio che è costato il posto al caporedattore dopo le polemiche che si erano scatenate sui social e non solo.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/francesco.nicastro

ultimo aggiornamento: 16-05-2019

X