Istigava alla Guerra Santa con messaggi e post sui social network, arrestato un trentaduenne di Catania convertitosi nel 2011.

In Italia prosegue la lotta al terrorismo, con le autorità che hanno arrestato un italiano convertito che inneggiava alla Guerra Santa contro gli infedeli.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Istigava alla Guerra Santa sui social network, arrestato un trentaduenne di Catania

L’uomo, un trentaduenne di Catania, diffondeva sui social network messaggi in cui inneggiava alla Guerra Santa.

Il trentaduenne, un pregiudicato, era già noto alle Forze dell’Ordine. La sua conversione all’Islam era avvenuta nel 2011 e da quell’anno aveva iniziato a utilizzare i suoi profili social per propagandare atti di terrorismo contro gli inquirenti.

Polizia
Fonte foto: https://www.facebook.com/pg/poliziadistato.it

Le indagini degli inquirenti: la conversione avvenuta nel 2011

Il Gip ha emesso un mandato di custodia cautelare in carcere. Le indagini sono state condotte dagli uomini della Digos di Catania che hanno monitorato a lungo i profili social del trentaduenne raccogliendo prove schiaccianti che dimostrano l’attività dell’uomo, volta a convertire le persone e a diffondere messaggi di violenza.

Non è chiaro se nel corso degli anni il trentaduenne sia riuscito a fare adepti e se sia riuscito a creare una rete sul suolo siciliano. Gli inquirenti proveranno a raccogliere informazioni analizzando il computer dell’uomo, che sarà probabilmente interrogato. L’ipotesi al momento è che si tratti di un lupo solitario e che non avesse appoggi e sostegno da una rete organizzata.

Nocs Polizia
Fonte foto: https://www.facebook.com/NoiCheAmiamoLeForzeDellOrdine

Le accuse a carico dell’uomo: apologia al terrorismo e istigazione ad arruolarsi in associazioni terroristiche

Per lui l’accusa è quella di apologia al terrorismo mediante strumenti informatici.

L’uomo dovrà rispondere anche dell’accusa di istigazione ad arruolarsi in associazioni terroristiche.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 23-01-2019


Genova, scritte per le Brigate Rosse sui muri della città

Allarme bomba, evacuato il Tribunale di Bitonto