Catania, condannato a quattordici anni di carcere un prete accusato di pedofilia e abusi sessuali. Il religioso condannato anche dal Tribunale ecclesiastico.

È stato condannato a quattordici anni di reclusione un prete di Catania accusato di abusi su minori. Si tratta di Pio Guidolin (56 anni), accusato di violenza aggravata su minorenni.

Catania, condannato a quattordici anni il prete accusato di violenze sessuali

Oltre ai quattordici anni di carcere, il prete è stato condannato anche a pagare una penale diecimila euro alle persone che si sono presentate come parte civile al processo.

Il pubblico ministero aveva chiesto in prima istanza dieci anni di carcere per il religioso, mentre la sentenza emessa dal Gup Giuseppina Montuori ha aggiunto altri quattro anni di carcere.

Catania
Catania, Piazza Duomo

Le indagini dopo il tentato suicidio di una delle vittime di Don Guidolin

Le indagini degli inquirenti sono iniziate dopo il tentato suicidio di una delle vittime di don Pio, ormai esasperato dalle violenze subite. Il prete, per spingere i genitori a non denunciare i fatti, avrebbe minacciato ripercussioni vantando amicizie importanti nella criminalità organizzata locale. Le indagini degli investigatori non hanno portato a un riscontro tra i possibili legami tra il religioso e la mafia.

I genitori ‘complici’

Nel mirino degli inquirenti anche il padre di uno dei bambini abusati dal prete. L’uomo avrebbe contattato il religioso per avvertirlo delle indagini in corso a suo carico. Il genitore è indagato per favoreggiamento.

Don Guidolin condannato anche dal Tribunale ecclesiastico

Pio Guidolin è stato ritenuto colpevole e accusato dal Tribunale Ecclesiastico che ha provveduto all’allontanamento del prete dalla parrocchia di appartenenza.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
Catania cronaca don Pio Guidolin Sicilia

ultimo aggiornamento: 15-12-2018


Caso Martina Rossi, imputati assolti in appello

Palermo, uccide il marito nel sonno e chiama il 118: arrestati anche i figli maggiori