Catania, si finge innamorata per estorcere soldi: arrestata una donna

Catania, si finge innamorata per estorcere soldi: arrestata una donna

La Polizia di Catania ha fermato tre persone con l’accusa di estorsione e truffa aggravata. Un raggiro da circa 300mila euro.

CATANIA – Si è finta innamorata per estorcere soldi a un uomo. E’ questa l’accusa formulata dalla Polizia di Catania ad una donna di 41 anni, finita ai domiciliari, e ai suoi complici che sono stati portati in carcere. Il raggiro – secondo quanto riferito dalla Procura – è costato alla vittima circa 300mila euro.

Le indagini proseguiranno nei prossimi giorni per capire se si è trattato di un unico raggiro oppure questa associazione a delinquere era già stata in passato protagonista di altri episodi simili. Nelle prossime ore sono in programma gli interrogatori per chiarire meglio le posizioni dei fermati.

Polizia di Stato
fonte foto https://www.facebook.com/poliziadistato.it/

Catania, tre persone arrestate per truffa: come funzionava il raggiro

L’indagine della polizia ha permesso di accertare il funzionamento di questo raggiro. La vittima è stato contattato dal profilo di una avvenente donna che naturalmente era falso. Tra i due nasce una storia d’amore con la presunta amante che in più di un’occasione ha ribadito la sua intenzione di trasferirsi in Sicilia dalla Germania e raccontato i suoi drammi familiari.

Questo ha convinto l’uomo a donare una cospicua somma di denaro che si è aggirata intorno ai 300mila euro. La scoperta di questa truffa è arrivata nei mesi scorsi quando, all’ennesima richiesta di soldi, la vittima ha dovuto rifiutare perché il suo conto era in rosso. Minacciato dalle persone finite in carcere, l’uomo ha deciso di raccontare tutto alla Procura.

L’indagine ha portato al fermo delle tre persone. Due sono state trasferite in carcere mentre la donna è ai domiciliari in attesa dell’interrogatorio previsto nelle prossime ore. Non si sa se altre persone sono vittime di questa truffa. Gli inquirenti sono al lavoro per scoprire proprio questo. Intanto l’incubo per l’unica vittima accertata è finito.

ultimo aggiornamento: 01-07-2019

X