Censura in Rai, il monologo di Scurati cancellato: la furia di Serena Bortone
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Censura in Rai, il monologo di Scurati cancellato: la furia di Serena Bortone

Serena Bortone

Polemica in Rai, per la cancellazione dell’intervento del 25 aprile di Antonio Scurati: l’accusa della giornalista Serena Bortone.

La serata televisiva di Rai3 ha subito un’imprevista svolta quando è stato annunciato che il monologo dell’autore Antonio Scurati, previsto per il programma “Che sarà” in occasione della celebrazione del 25 aprile, non sarebbe stato trasmesso. La notizia è stata divulgata tramite un post Instagram dalla conduttrice del programma, Serena Bortone, che ha espresso il suo disappunto per l’accaduto.

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

Serena Bortone
Serena Bortone

L’attacco di Serena Bortone alla Rai

Come avrete letto nel comunicato stampa, nella puntata di questa sera di Che sarà era previsto un monologo di Antonio Scurati sul 25 aprile. Ho appreso ieri sera, con sgomento, e per puro caso, che il contratto di Scurati era stato annullato,” ha scritto la conduttrice Bortone sui social, come riportato da Corriere della Sera.

Il caso ha rapidamente assunto toni più gravi quando il senatore Francesco Verducci, membro della Commissione di Vigilanza Rai, ha rilasciato una nota ufficiale denunciando l’azione come una “censura” e un attacco all’autonomia editoriale di Rai.

La reazione del Pd

“Apprendiamo stamattina che dalla puntata di stasera di Che sarà, (…). Tutto questo per un intervento diretto della Dirigenza Rai a poche ore dalla trasmissione, senza nessuna comunicazione all’autrice e conduttrice del programma. Questo è un caso gravissimo di censura nei confronti di Scurati,” ha dichiarato Verducci.

Le reazioni non si sono limitate a semplici dichiarazioni. Il caso ha scatenato un ampio dibattito sui social media e tra il pubblico televisivo. Interviene anche Sandro Ruotolo affermando: “Telemeloni questa volta l’ha fatta veramente grossa“.

Inoltre, il senatore Verducci ha sollecitato un intervento diretto dalla presidente Rai per indagare le motivazioni dietro la decisione e per garantire che tali episodi non si ripetano in futuro.

La Presidente Rai intervenga nei confronti di Ad e Direttore per chiarire questa vicenda. Siamo in presenza di un atto di censura e prevaricazione gravissimo,” ha concluso.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 20 Aprile 2024 10:38

Biden, l’ennesima figuraccia: “Mio zio mangiato dai cannibali”

nl pixel