Siria, centinaia di combattenti dell'Isis in fuga verso l'Europa

Siria, centinaia di combattenti dell’Isis in fuga verso l’Europa

Centinaia di combattenti dell’Isis in fuga verso l’Europa. La guerra in Siria potrebbe portare a nuovi attacchi terroristici.

ROMA – Centinaia di combattenti dell’Isis in fuga verso l’Europa. Non si ferma l’esodo dei militanti che stanno approfittando della guerra siriana per abbandonare il proprio territorio e arrivare nel nostro continente. Si tratta di una lunga processione che ormai dura da quando è iniziata l’offensiva turca nel Nord-Est del Paese. I militari di Ankara, infatti, hanno colpito anche le prigioni dei curdi dove erano presenti diversi terroristi. Questo ha permesso a tutte le persone arrestate di fuggire e cercare di arrivare in Europa.

Foreign fighters in fuga

Secondo quanto precisato dai media internazionale si tratta specialmente di foreign fighters che sono pronti a ritornare nel loro Paese d’origine. Nelle scorse settimane si era ipotizzata anche la possibilità di far scontare la condanna nei carceri dei propri Stati ma molti governi hanno bocciato questa proposta.

E per questo l’allarme terrorismo è ritornato al livello più alto. Controlli rafforzati per tutti gli obiettivi sensibili e agenti segreti in azione per prevedere eventuali attentati. Ma la paura resta e in futuro non si possono escludere azioni dei miliziani.

Militari Turchia
Militari turchi impegnati in Siria (fonte foto https://twitter.com/blutarski_bluto)

Nessun passo indietro di Erdogan

Il pericolo dei miliziani in fuga non spaventa Erdogan che ha ribadito la sua volontà di continuare ad attaccare il territorio siriano fino a quando i terroristi (i curdi n.d.r.) non sono stati sconfitti. Il leader turco, inoltre, ha precisato che il suo Paese “non ha mai compiuto massacri di civili e non lo fa neppure ora“.

Intanto, però, si rifiuta di incontrare personalmente la delegazione americana con alla guida Pence. Il rappresentante della Casa Bianca dovrebbe avere un vertice con alcuni esponenti del governo di Ankara ma non ci sarà Erdogan che ha ribadito la sua posizione anche nelle ultime ore.

fonte foto copertina https://twitter.com/blutarski_bluto

ultimo aggiornamento: 16-10-2019

X