Stilato il rapporto dell’Aiea, l’agenzia dell’Onu per l’energia atomica per la centrale di Zaporizhzhia.

Gli esperti dell’Aiea che hanno supervisionato la centrale nucleare di Zaporizhzhia hanno registrato i danni fatti ai reattori e hanno chiesto misure immediate per evitare il disastro nucleare. La proposta dell’Aiea è di creare una zona di protezione che circondi l’area per evitare una catastrofe causata dalle attività militari dei due paesi. Su questo punto il rapporto non assegna la responsabilità né a Kiev né a Mosca per i bombardamenti nella zona della centrale nucleare anche se questi continuano ad accusarsi a vicenda.

L’agenzia ha chiesto a Ucraina e Russia di stabilire “una zona di protezione per la sicurezza nucleare” una sorta di green zone dove nessuno potrà entrare e “cessare immediatamente i bombardamenti sul sito”. L’appello alla demilitarizzazione del sito arriva anche dal segretario generale dell’Onu Guterres chiedendo il ritiro dei russi.

Energia nucleare
Energia nucleare

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Il rapporto evidenzia le criticità della centrale

Nel rapporto gli esperti hanno evidenziato vari momenti pericolosi e drammatici tra cui il 5-6 agosto quando un missile ha danneggiato il magazzino del carburante nucleare esausto. Poi sono stati fatti danni ai reattori, sono caduti missili sull’area della stazione di nitrogeno-ossigeno, altri missili hanno provocato danni alla rete esterna e all’impianto del carburante radioattivo e alla rete di comunicazione. Danni ai trasformatori dell’impianto termo-elettrico e danni all’edificio del carburante nucleare e di rifiuti radioattivi.

Quello evidenziato dall’Aiea è molto grave e per questo motivo gli esperti hanno chiesto un intervento immediato per evitare il disastro nucleare che in questi mesi si è sfiorato più volte a causa dei bombardamenti da ambo le parti in guerra. Le criticità emerse dal rapporto di 52 pagine dell’agenzia dell’Onu al termine della loro ispezione preoccupa. In alcuni momenti 7 pilastri sulla sicurezza risultavano tutti compromessi. Per mettere a rischio l’impianto ne basta uno.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 07-09-2022


Cingolani alle accuse di Mosca: “Italia non esegue ordini di nessuno”

Ennesima minaccia di Putin: per UE stop a export di importante risorsa