Champions League: pari interno per la Roma, crollo Juve a Barcellona

I bianconeri di Allegri cedono per 3-0 al Camp Nou. Buon pari interno per gli uomini di Di Francesco contro l’Atlético Madrid.

Nottata agrodolce per l’Italia in Champions. Più acre che dolce, a dir la verità. La super sfida del Camp Nou tra la Juve e il Barcellona, rematch dei quarti di finale della scorsa edizione, è terminata con un netto 3-0 per gli azulgrana, dilaganti nel secondo tempo contro una Juventus remissiva. Decisivo il solito fenomenale Leo Messi. Per la Roma arriva invece un buon pari all’Olimpico contro l’Atlético Madrid. Gara finita a reti bianche, quella dei giallorossi, merito soprattutto dell’estremo difensore brasiliano Alisson.

Roma-Atlético: Alisson salva i giallorossi

Partita equilibrata nei primi minuti tra gli uomini di Di Francesco e quelli di Simeone. I giallorossi provano a imporre il proprio gioco, ma sbattono sul muro giallo dei Colchoneros, pericolosissimi nel primo tempo in varie occasioni, con Griezmann e Koke fermati solo da un super Alisson. La Roma prova comunque a farsi vedere dalle parti di Oblak, sfiorando il vantaggio con Dzeko. Nella ripresa è ancora la squadra madrilena a farsi vedere con più continuità in area avversaria, senza però trovare il pertugio giusto. Nel primo minuto di recupero, però, la Roma rischia di crollare sugli sviluppi di un corner, quando Saul colpisce il palo a porta sguarnita dopo l’ennesimo miracolo di Alisson. Uno punto ciascuno, la Champions inizia con una rincorsa al Chelsea, vittorioso contro il Qarabag.

Barcellona-Juventus: la vendetta della Pulce

L’incubo blaugrana si materializza per la Juventus. Dopo le voci estive su Dybala e il Barcellona, gli spagnoli hanno mostrato ai bianconeri come la sconfitta ai quarti dell’anno scorso sia stata non una regola, ma un’eccezione. Apre le danze nel primo tempo il solito Messi, che penetra in area e supera Buffon col mancino dopo uno scambio nello stretto con Suarez. Il raddoppio arriva nella ripresa con Rakitic, che di sinistro insacca a porta sguarnita dopo un rinvio errato di Sturaro. AL 70′ arriva anche il 3-0, ancora a firma Messi: il fenomeno argentino mette a sedere l’intera retroguardia juventina prima di superare per la seconda volta un incolpevole Buffon. Finisce così la gara del Camp Nou. Per la Juve, finalista a Cardiff, la strada parte in salita.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 12-09-2017

Mauro Abbate

X