Champions League, i risultati delle sfide di martedì 10 dicembre 2019. Napoli agli ottavi da seconda, l’Inter perde e va in Europa League.

ROMA – Champions League, i risultati delle sfide di martedì 10 dicembre 2019. Ad aprire le danze è stato il Napoli di Carlo Ancelotti che contro il Genk ha centrato la qualificazione. Niente da fare per l’Inter che perde 2-1 contro il Barcellona e va in Europa League.

Champions League, Inter-Barcellona

Inter-Barcellona 1-2

Marcatori: 23′ Perez (B), 44′ Lukaku R. (I), 86′ Hansu Fati (B)

Inter (3-5-2): Handanovic; Godin, de Vrij, Skriniar; D’Ambrosio (75′ Politano), Vecino, Brozovic, Borja Valero (77′ Esposito Se.), Biraghi (69′ Lazaro); Lukaku R., Lautaro Martinez. All. Conte

Barcellona (3-5-2): Neto; Todibo, Umtiti, Lenglet; Wague, Vidal, Rakitic (63′ de Jong F.), Alena, Junior Firpo; Griezmann (63′ Suarez L.), Perez C. (85′ Hansi Fati). All. Valverde

Arbitro: Sig. Bjorn Kuipers (Olanda)

Note: Ammoniti: Borja Valero, de Vrij, Godin (I); Lenglet, Junior Firpo (B). Angoli: 4-3 per l’Inter. Recupero: 2′ p.t.; 4′ s.t.

Parte forte l’Inter che ha subito diverse chance per portarsi in vantaggio ma al primo tiro in porta il Barcellona trova l’1-0. Lancio in profondità per Vidal, Godin in anticipo serve involontariamente Perez che batte Handanovic. La squadra di Conte fatica a reagire con Lenglet che ha la grande chance per il raddoppio ma la mira è imprecisa. Nel finale di tempo crescono i nerazzurri, attento Neto su Lautaro. E’ proprio il brasiliano al 44′ a diventare uomo assist. Sponda per Lukaku, mancino del belga e 1-1.

Nella ripresa la prima chance è per gli ospiti. Conclusione potente di Griezmann, Handanovic si oppone. Con il passare dei minuti il Barcellona cala un po’ di condizione. L’Inter ne approfitta e crea due grandi occasioni con Lautaro e Lukaku ma il punteggio non cambia. Nel finale di partita la stanchezza nei ragazzi di Conte si fa sentire e il Barcellona ne approfitta. Uno-due Suarez-Hansu Fati con il talento dei blaugrana che batte con il destro Handanovic. Partita chiusa con l’Inter che deve dire addio ai sogni qualificazione. Nerazzurri in Europa League.

Le dichiarazioni di Antonio Conte nel post partita

Amareggiato nel post partita Antonio Conte: “Abbiamo avuto diverse occasioni per portare a casa i tre punti ma non siamo cinici al punto giusto. Ci è mancato solo il gol, i ragazzi hanno dato tutto. Dispiace per i calciatori e il secondo gol ci ha ammazzato. Ora dobbiamo rialzarci e pensare al campionato prima della sosta“.

Antonio Conte
Antonio Conte

Champions League, Napoli-Genk 4-0: azzurri agli ottavi

Napoli-Genk 4-0

Marcatori: 2′, 25′ e 37′ Milik, 74′ Mertens

Napoli (4-4-2): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Callejon (79′ Lozano), Allan, Fabian Ruiz, Zielinski (72′ Gaetano); Milik (78′ Llorente), Mertens. All. Ancelotti

Genk (4-3-3): Vandervoort; Maehle, Dewaest, Lucumì, De Norre (82′ Neto Borges); Hrosovsky, Berge, Ito (73′ Hagi); Paintsil, Onuachu, Samatta (63′ Bogonda). All. Wolf

Arbitro: Sig. Cuneyt Cakir (Turchia)

Note: Ammoniti: Mario Rui, Koulibaly (N); Vandervoort, De Norre, Paintsil (G). Angoli: 5-5. Recupero: 1′ p.t.; 1′ s.t.

La prima occasione per il Napoli arriva dopo un minuto di gioco con la traversa di Koulibaly su colpo di testa, poi al 2′ arriva il vantaggio degli Azzurri con Milik. Clamoroso errore di Vandevoordt che tenta un dribbling tra Mertens e Milik, il centravanti del Napoli ringrazia e mette in rete a porta sguarnita.

Nella prima parte di gara si vede un bel Napoli che mette in mostra un bel gioco. A fare notizia è uno stadio San Paolo incredibilmente silenzioso in un clima surreale con l’ombra dell’esonero di Carlo Ancelotti che inevitabilmente incombe sulla gara. Al 16′ prima occasione per il Genk che approfitta di una palla sanguinosa persa dal Napoli nella propria metà campo, contropiede rapida e conclusione dal limite dell’area piccola che si spegne sull’esterno della rete.

Il Napoli trova il gol del raddoppio al venticinquesimo minuto ancora con Milik che raccoglie un bel cross dalla destra di Di Lorenzo e si fa trovare pronto al limite dell’area piccola. Deviazione in corsa e pallone in fondo al sacco, con la qualificazione agli Ottavi in ghiaccio.

Il sipario cala al 37′ con il terzo gol di Milik. Fallo del portiere in uscita su Callejon e massima punizione per i partenopei. Si occupa della battuta Milik che spiazza l’estremo difensore e fa 3 a 0. Nella ripresa il Napoli spinge sull’acceleratore e trova il poker al 74′ dal dischetto con Mertens. L’accenno di reazione degli ospiti arriva con una mischia in area di rigore ma la palla termina sul palo. Non c’è più tempo, i partenopei vincono 4-0 e portano a casa la qualificazione ma non il primo posto visto che il Liverpool contro il Salisburgo.

Le dichiarazioni di Carlo Ancelotti

Di seguito le dichiarazioni di Carlo Ancelotti nel post partita: “La qualificazione è meritata. Queste partite sono state le poche soddisfazioni avute nella prima parte di stagione. In Europa siamo stati competitivi mentre in campionato no, è colpa nostra. Dimissioni? Non ci penso. Domani vedrò il presidente e decideremo“.

Carlo Ancelotti
Carlo Ancelotti

Gli altri risultati

Di seguito gli altri risultati di martedì 10 dicembre 2019:

Salisburgo-Liverpool 0-2
Ajax-Valencia 0-1
Benfica-Zenit San Pietroburgo 3-0
Chelsea-Lille 2-1
Olympique Lione-Lipsia 2-2

fonte foto copertina https://twitter.com/Inter

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
calcio calcio news champions league evidenza Inter Napoli

ultimo aggiornamento: 10-12-2019


Shakhtar Donetsk-Atalanta, Gasperini: “Partite decisiva” (VIDEO)

Il Milan mette gli occhi su Todibo, il 19enne difensore del Barcellona. Cifra e formula del possibile affare