Charleston, un uomo spara e prende ostaggi. Il sindaco: “Non è terrorismo”

5 paesi low cost dove rifarsi una vita

L’uomo ha tenuto in ostaggio all’interno del ristorante diverse persone. Il primo cittadino: “Non si tratta di terrorismo ma di un dipendente insoddisfatto”.

CHARLESTON – Attimi di paura a Charleston, in Sud Carolina: un uomo armato si sarebbe asserragliato in un ristorante della città, nella centralissima King Street. Alcuni clienti del locali persi in ostaggio, e una persona sarebbe rimasta ferita.

Il primo cittadino smentisce un attacco terroristico: “Un dipendente frustrato e insoddisfatto”

Il tutto – secondo quanto riferisce il quotidiano locale Post and Courier è iniziato nel ristorante Virginia’s. Un uomo afroamericano sulla cinquantina armato di revolver nella sua mano sinistra è uscito gridando: “C’è un nuovo capo in città“. Inizialmente si era pensato ad un gesto terroristico ma subito dopo è arrivata sia la smentita da parte della società che dal primo cittadino John Tecklenburg: “Non si tratta di terrorismo e non è un crimine d’odio ma di un dipendente insoddisfatto e frustrato e venuto armato sul posto di lavoro“. Nel ristorante su King Street l’uomo tiene in ostaggio diverse persone ed avrebbe sparato ad un cliente che è ferito. La polizia si è portata immediatamente sul posto e per sicurezza ha evacuato la zona. Al momento sono in corso i negoziati con l’uomo.

AGGIORNAMENTO – La polizia ha fatto irruzione nel ristorante ferendo l’uomo che al momento è ricoverato in condizioni critiche. La persona ferita all’interno del ristorante è morta.

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 24-08-2017

Francesco Spagnolo

Per favore attiva Java Script[ ? ]