Chelsea, Conte: “Non temo l’esonero, sono diverso dagli altri”

Il tecnico allontana le voci e assicura: “Non sento la pressione”. Ma le indiscrezioni sul futuro di Antonio Conte non si placano.

chiudi

Caricamento Player...

Esonero? Macché… Antonio Conte guarda al futuro (rigorosamente in Blues) con grande ottimismo. “Io non sono come i miei predecessori – ha dichiarato l’ex commissario tecnico alla stampa britannica – io sono diverso. Il club deve giudicare il mio lavoro, ma io onestamente non temo di essere esonerato qualora dovessi perdere una partita. In passato, la società ha mandato via il tecnico dopo tre partite non positive. Ma non penso valga la stessa cosa per chiunque, perché cambia la persona e il tipo di lavoro. Se sento la pressione del club? Affatto. Pretendo molto da me stesso, questa è l’unica pressione che percepisco”.

Panchina Milan, Conte rimane la prima scelta del club rossonero

Più forte delle critiche, delle indiscrezioni, delle malelingue: Antonio Conte non ha intenzione di mollare, nonostante i titoloni dei media inglesi, che da tempo ormai lo danno per spacciato. La vittoria – sudata ma preziosa – contro il Watford ha ridato smalto al Chelsea, ma non ha spento le voci sul futuro dell’ex allenatore bianconero. Il Milan resta alla finestra, ma è un discorso da intavolare, semmai, in estate.