Alcuni lavoratori dipendenti dovranno fare domanda all’Inps per beneficiare del bonus 200 euro, mentre altre no.

Sono fissate per luglio le prime erogazioni del bonus 200 euro. Il bonus è un aiuto fornito dal governo per aiutare le famiglie italiane a far fronte al caro prezzi, determinato dalla situazione di conflitto tra Russia e Ucraina.

A beneficiarne saranno i lavoratori dipendenti. Le modalità di erogazione, però, variano da persona a persona. Alcuni lo riceveranno direttamente all’interno della propria busta paga, senza dover presentare alcuna domanda. Altri invece, dovranno farne richiesta all’Inps.

Secondo quanto previsto dall’art.31 del d.l 50/2022 – che riguarda il Decreto Aiuti – , l’erogazione del bonus avverrà in maniera automatica, inserito all’interno della busta paga relativa al mese di luglio. Sarà il datore di lavoro ad anticipare il credito, che poi verrà recuperato a spese dello Stato.

I datori di lavoro potranno recuperare il credito dopo aver inviato la denuncia Uniemens, da inviare obbligatoriamente ogni mese all’Inps con le informazioni retributive e contributive su ogni dipendente.

mani soldi euro

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le condizioni necessarie per poter usufruire del bonus 200 euro

Sono due le condizioni necessarie per poter usufruire del bonus. Il lavoratore deve aver beneficiato per almeno un mese, compreso da gennaio ad aprile, dello sconto contributivo allo 0,8% previsto dall’ultima legge di Bilancio per chi ha un reddito mensile che non supera i 2.692 euro. La seconda condizione è che il lavoratore beneficiario del bonus, non percepisca né trattamenti pensionistici né il reddito di cittadinanza.

Lavoratori domestici

Secondo quanto previsto nell’art. 32 del Decreto Aiuti, l’erogazione dei 200 euro arriverà anche delle tasche dei lavoratori domestici che abbiano “uno o più rapporti di lavoro alla data di entrata in vigore” del decreto stesso. Questo significa che dovranno avere un rapporto di lavoro stipulato entro lo scorso 18 maggio. Anche per questa categoria di lavoratori l’importo arriverà nel mese di luglio. Dovranno però presentare la domanda all’Inps per ottenere il bonus, rivolgendosi ai patronati.

Lavoratori stagionali

Saranno beneficiari del bonus anche i lavoratori stagionali, a tempo determinato e intermittenti. Per ottenerlo, dovranno aver svolto la prestazione lavorativa “per almeno 50 giornate” nel 2021 e devono avere un reddito annuo che durante l’anno 2021, non abbia superato i 35mila euro. Anche i lavoratori stagionali devono presentare domanda all’Inps per beneficiare del bonis 200 euro.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 09-06-2022


Pil: l’Italia è terzultima in Europa per crescita

Cos’è la stagflazione e perchè va temuta