Chi è Joan Mir, il campione del mondo 2020 di MotoGP. E’ nato e cresciuto nello stessa città di Jorge Lorenzo.

ROMA – Maiorca continua a sfornare campioni. Dopo Jorge Lorenzo è il turno di Joan Mir. La consacrazione definitiva del talento spagnolo è arrivata nel 2020 quando è andato a conquistare il suo primo titolo Mondiale in MotoGP (il secondo della sua carriera).

Una stagione regolare per lo spagnolo, bravo a sfruttare l’infortunio di Marquez per diventare grande. E il futuro sembra essere dalla sua parte.

Chi è Joan Mir, la carriera del pilota spagnolo

Nato a Palma di Maiorca il 1° settembre 1997 (Vergine), Joan Mir si è avvicinato al mondo delle due ruote grazie ad uno zio. E’ stato lui a portarlo a gareggiare con le minimoto all’età di 10 anni.

L’approdo nel motomondiale (classe Moto 3) è avvenuto nel 2015 al termine di tre stagioni nella Red Bull Rookie Cup. Un primo anno con la Honda da collaudatore della classe Moto3 prima di indossare la tuta della Ktm. Un quinto posto con il team austriaco e il ritorno nella casa che lo ha lanciato in questo mondo. E proprio con la Honda è andato a conquistare il suo primo Mondiale. Un brevissimo passaggio in Moto2 (stagione 2018) e l’approdo in MotoGP con la Suzuki. Un primo anno da rookie e il secondo da campione del mondo.

MotoGP
MotoGP

Mondiale 2020

La consacrazione definitiva per lo spagnolo è arrivata nel 2020 con il titolo mondiale in MotoGP. Il primo grande successo nella carriera di un pilota, destinato a combattere anche in futuro per questi traguardi.

La vita privata e la fidanzata di Joan Mir

Il pilota spagnolo ha sempre cercato di lasciare fuori la sua vita privata dalla luce dei riflettori. Al suo fianco da diversi anni c’è Alejandra Lopez Garro, un vero punto di riferimento anche per la sua carriera sportiva. I due sono andati a vivere insieme in Andorra da quando Mir ha deciso di lasciare Maiorca.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
Joan Mir MotoGP motori people Suzuki

ultimo aggiornamento: 15-11-2020


Formula 1, pole a sorpresa in Turchia: Stroll davanti a Verstappen. 6° Hamilton, Ferrari fuori in Q2

Autostrade, passo indietro di Cassa Depositi e Prestiti?