Olaf Scholz è l’uomo che ha rilanciato l’Spd dopo anni di crisi dello storico partito tedesco. La carriera, il programma e la moglie del partito.

Politico di vecchia data e con alle spalle anni di lavoro dedicato ai diritti dei lavoratori, Olaf Scholz è l’uomo che ha risollevato le sorti della Spd.

Chi è Olaf Scholz

Nato a Osnabrück il 14 giugno 1958, della vita di Scholz sappiamo poco. Le informazioni a disposizione sono limitate soprattutto per quanto riguarda la sua infanzia. Sappiamo che ha conseguito la laurea in Giurisprudenza presso l’Università di Amburgo. Dal 1985 è avvocato specializzato in diritto del lavoro.

Per quanto riguarda la carriera politica, Scholz entra nella Spd negli anni del liceo, per l’esattezza nel 1975. Si impegna a fondo e arriva al Bundestag alla fine degli anni Novanta. Nei primi anni del Duemila è Segretario Generale dei socialdemocratici. Anni non facilissimi in termini di consenso.

Ministro del Lavoro nel primo governo Merkel, Scholz viene travolto dalla crisi finanziaria che ha scosso l’economia mondiale. Nel 2011 diventa sindaco di Amburgo e resta in carica per sette lunghi anni. Anni durante i quali gestisce bene la città e mette a punto la sua linea politica. Affina la sua linea e la sua immagine. Si prepara al grande ritorno sul palcoscenico nazionale.

Nel 2018 diventa vice cancelliere. La sua ascesa subisce una battuta d’arresto quando nel 2019 perde la corsa per il ruolo di guida dei socialdemocratici contro Norbert Walter-Borjans e Saskia Esken.

Green Pass obbligatorio, le regole dal 15 ottobre

porta di brandeburgo berlino germania
porta di brandeburgo berlino germania

Il partito

Come anticipato, Scholz è del Partito Socialdemocratico Tedesco. Si tratta di un partito storico fondato nel 1863 da August Bebel, Wilhelm Liebknecht, Ferdinand Lassalle.

Il programma

Dal punto di vista della linea politica possiamo dire che Scholz è sempre stato un grande sostenitore della tassazione minima globale. Come detto in apertura, Scholz ha combattuto tante battaglie al fianco dei lavoratori. Una delle sue battaglie storiche è quella legata al salario minimo a 12 euro l’ora.

Non solo lavoro. Nel programma di Scholz ci sono anche il clima e l’ambiente. Il candidato della Spd ha dato anche risalto e spazio alla digitalizzazione.

La moglie di Olaf Scholz

Della vita privata del politico, almeno in Italia, le notizie a disposizione sono davvero poche. Sappiamo che nel 1998 ha sposato Britta Ernst, che come lui si occupa di politica.

ultimo aggiornamento: 26-09-2021


Processo Open Arms, Richard Gere testimonierà contro Matteo Salvini

Chi è Armin Laschet