Totò, alias di Antonio de Curtis, attore e comico partenopeo

Antonio de Curtis, in arte Totò, il re della risata…

Il 15 febbraio 1898 nasceva a Napoli Antonio de Curtis, in arte Totò. Attore e comico, è considerato uno dei maggiori interpreti del cinema e del teatro.

Totò veniva alla luce il 15 febbraio 1898 a Napoli, nel rione Sanità. Il famoso attore e comico partenopeo nasce da una relazione clandestina di Anna Clemente con Giuseppe De Curtis che, in principio, per tenere segreto il legame, non lo riconobbe.

L’adozione

Nel 1933, Totò sarebbe stato adottato dal marchese Francesco Maria Gagliardi Focas di Tertiveri, ereditando il titolo di marchese di Tertiveri e un lungo elenco di altri titoli nobiliari.

https://www.youtube.com/watch?v=cPCOlnjCzFY

Gli inizi di carriera

Totò inizia a recitare giovanissimo in piccoli e scalcinati teatri di periferia proponendo al pubblico imitazioni e macchiette accolte inizialmente con poco entusiasmo.
Alla fine della guerra riprende la sua attività teatrale a Napoli, ancora con poco successo ma nel 1922 si trasferisce a Roma con la famiglia. Qui riesce a farsi assumere nella compagnia comica di Giuseppe Capece per poche lire. 

Il successo e la consacrazione

La vera consacrazione di Totò avviene a Napoli, in particolare grazie agli spettacoli della rivista “Messalina”.
Il suo volto rappresenta una maschera unica anche grazie alla capacità di utilizzare quell’asimmetria che caratterizza il suo mento per sottolineare momenti comici. 
Per molti anni Totò è padrone del palcoscenico, recitando accanto ad attori famosissimi quali Anna Magnani e i fratelli De Filippo.

ultimo aggiornamento: 15-02-2020

X