Lutto per la scomparsa di Emilio Acampora, medico sociale del Napoli di Maradona, del quale era grande amico personale.

Napoli e il Napoli piangono la morte di Emilio Acampora, noto per essere stato medico sociale della squadra negli anni d’oro dello Scudetto oltre che grande amico di Diego Armando Maradona, che a Napoli è Storia.

Chi era Emilio Acampora, la carriera del medico sociale del Napoli

Acampora per i napoletani è una figura di rilievo del Napoli, uno dei protagonisti dello Scudetto e dei successi degli azzurri.

Emilio Acampora nasce nel 1939 ad Agerola. Il trasferimento a Napoli avviene negli anni Settanta. Entra nel club guidato da Ferlaino nelle vesti di medico sociale. Come per i calciatori, anche lui inizia la sua carriera dal Settore Giovanile. E gli inizi sono decisamente buoni se consideriamo la vittoria al torneo di Viareggio nel 1975.

Per Acampora si spalancano le porte della Prima Squadra. È il Napoli di Diego Armando Maradona, è il Napoli dello Scudetto, della Coppa Italia e della Coppa Uefa. Da medico sociale, Acampora aveva l’onere e l’onore di mettere le mani su Maradona. Una responsabilità difficile anche solo da immaginare. Lui non solo non si fece particolari problemi, ma diventò un grande amico di Diego.

Non solo Maradona. Per molti, uno dei più grandi successi di Acampora è legato a Careca. Il calciatore sembrava destinato a saltare la finale di Coppa Uefa e casa di una febbre altissima. Acampora sarebbe riuscito a rimettere in piedi il calciatore.

San Paolo Napoli
Fonte fto: https://it.wikipedia.org/wiki/Società_Sportiva_Calcio_Napoli_1986-1987

La morte per il Covid

Acampora è morto all’età di novantuno anni e il decesso, stando a quanto appreso, è riconducibile al nuovo coronavirus, al Covd 19.

La Società Sportiva Calcio Napoli esprime profondo cordoglio per la scomparsa del dottor Emilio Acampora“, recita il comunicato con il quale il Napoli ha espresso il proprio cordoglio per la morte di Acampora.

TAG:
calcio news

ultimo aggiornamento: 04-05-2021


Mafia, i carabinieri di Catania eseguono ordinanze per 40 indagati. Tra le vittime del ‘pizzo’ anche Giuseppe Condorelli

Vaccino Covid, ipotesi AstraZeneca agli under 60