Antonio Da Costa ha vinto l’E-Prix di Monaco. Frijns ed Evans subito dietro. In netta difficoltà le due McLaren.

MONACO – Antonio Da Costa ha vinto l’E-Prix di Monaco. In attesa di poter accogliere dopo un anno di assenza la Formula 1, il Principato è stato protagonista di una gara spettacolare delle auto elettriche. La vittoria è andata al portoghese che, dopo un inizio davvero complicato, è riuscito a ritrovare il successo e soprattutto ben 28 punti in classifica.

Una gara molto interessante che ha visto subito una lotta tra i primi. Il lusitano è riuscito ad avere la meglio davanti all’olandese Robin Frijns e l’australiano Mitch Evans. Da segnalare una giornata complicata per le Mercedes. Entrambe le monoposto non hanno concluso la gara e non mancano i rimpianti per una gara che poteva essere decisiva per il Mondiale.

Le classifiche

Con il secondo posto odierno Robin Frijns con i suoi 62 punti si è ripreso la vetta del Mondiale davanti proprio a Nyck de Vris (57) e Mitch Evans (54). Un campionato che continua ad essere molto aperto visto che i primi sette sono racchiusi in 16 punti e abbiamo visto come da un momento all’altro la gara e la classifica può cambiare.

Nel Mondiale Costruttori la Mercedes conserva la prima posizione (104) ma deve guardarsi da Jaguar (103) e Ds Techeetah (98) ormai in scia. In corsa per il titolo anche la Virgin (81).

MotoGP Formula 1 Formula E
MotoGP Formula 1 Formula E

Il prossimo appuntamento in Messico

Ora un periodo di riposo per la Fomula E prima della volata finale che deciderà il vincitore. Il prossimo appuntamento è in Messico con una doppia gara il 19 e il 20 giugno. Si tratta di un weekend importante per tutti i piloti ma che resta in forse per la pandemia.

Le riflessioni saranno fatte in questi giorni soprattutto per capire le regole degli Stati europei nei confronti di questo Paese. Non si esclude, però, una permanenza lì prima di arrivare negli Usa.


Formula 1, Hamilton sempre più nella storia: in Spagna arriva la pole position numero 100. 4° Leclerc

Domenicali, “Cercheremo di capire se sarà possibile avere delle esenzioni”