Chievo-Milan, Jaroszynski: "Piatek? Non mi attendevo questa rapida esplosione"

Chievo-Milan, Jaroszynski: “Piatek? Non mi attendevo questa rapida esplosione”

Il terzino polacco del Chievo si prepara a una sfida molto difficile: lo stupore per la prima stagione in A del connazionale è grande

Pawel Jaroszynski è stato compagno di squadra di Krzysztof Piatek al Cracovia, fino all’estate del 2017. Le strade dei due poi si sono divise: il terzino, classe 1994, è volato a Verona sponda Chievo. La punta, invece, ha atteso un anno in più per l’approdo nel nostro campionato: una pazienza che, però, è stata ben riposta, date le impressionanti cifre nel suo anno d’esordio in Serie A. L’impatto del numero 19 rossonero con l’Italia è andato ben oltre le più rosee aspettative dello stesso Jaroszynski che, in una intervista alla Gazzetta, racconta le peculiarità di Piatek.

Jaroszynski: “Piatek ha una forza mentale incredibile”

Sinceramente non immaginavo che appena arrivato in Italia potesse diventare un top player così velocemente. Non solo segna tanti gol ma gioca anche bene, per lui e per la squadra. Già al Genoa ha iniziato subito ad andare forte e a fare un ottimo lavoro. Sta facendo altrettanto bene con il Milan e oggi è davvero uno dei migliori“.

Per lui è stato molto importante sapersi adattare immediatamente al calcio italiano ed è successo perché ha la testa giusta. La sua forza mentale è incredibile e credo che sia una delle sue qualità migliori. È stato bravo a capire fin da subito il modo di giocare delle squadre italiane e grazie alla voglia di migliorarsi è diventato il giocatore che tutti noi oggi vediamo“.

Krzysztof Piatek
Krzysztof Piatek

Jaroszynski: “Affrontare Piatek sarà molto difficile”

Affrontarlo sarà difficilissimo per noi difensori. Il suo stile di gioco si è evoluto rispetto a quando giocavamo insieme a Cracovia. Ora è bravissimo anche a difendere la palla spalle alla porta, ha acquistato tanta forza fisica e ha anche molta più velocità. In più, a differenza di prima, appena ha un’occasione calcia per cercare il gol. Tutti stiamo apprezzando il suo modo di giocare, ma sono sicuro che sabato la nostra difesa sarà più forte di lui“.

ultimo aggiornamento: 07-03-2019

X