Chioggia, una bambina di 6 mesi è risultata positiva alla cocaina. È ricoverata per emorragia cerebrale. Sono in corso le indagini.

Il fatto è accaduto a Chioggia. Una bambina di 5 mesi era stata portata all’ospedale agli inizi di maggio. Secondo le analisi svolte dagli operatori sanitari, la piccola non avrebbe assunto cocaina ma sarebbe venuta a contatto con questa sostanza. Sono forti i sospetti di maltrattamenti nei confronti della famiglia.

La piccola, di soltanto 6 mesi di vita, è stata ricoverata nelle settimane scorse all’interno del reparto terapia intensiva dell’ospedale di Padova. Lì, a seguito delle analisi, è risultata positiva alla cocaina. La bambina non avrebbe assunto direttamente la sostanza, ma ne sarebbe venuta a contatto attraverso la pelle ed i capelli. Questa, si suppone possa essere la causa dei traumi al cervello per cui è stata ricoverata all’ospedale.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le indagini nei confronti della famiglia della piccola

Attualmente sono in corso le indagini da parte degli inquirenti, che probabilmente, vedrà i genitori accusati di maltrattamenti in famiglia. Il primo ricovero della bambina risale alla notte del 7 maggio. Era arrivata nella struttura in preda a convulsioni e vomito.

Ospedale
Ospedale

La prima ipotesi degli operatori sanitari è stata quella di “trauma da scuotimento” violento. Subito, l’ospedale ha allertato le forze dell’ordine. Nella giornata di lunedì 9 maggio, la situazione clinica della bambina si è aggravata ulteriormente. Per questo motivo, il personale sanitario di Chioggia ha chiesto il trasferimento della piccola paziente in eliambulanza a Padova, dove ora si trova in terapia intensiva.

Nonostante le condizioni della bambina siano critiche, riesce a riprendersi. Adesso i carabinieri stanno svolgendo le indagini per capire come si sia arrivati a quella situazione. In futuro si dovrà inoltre valutare l’eventualità di danni neurologici e cerebrali nella bambina, causati dai traumi subiti.

Secondo le informazioni pervenute sulla vicenda, la piccola vivrebbe con la madre insieme a suo padre. La coppia non è sposata. I coniugi sono stati interrogati sulla vicenda da parte delle forze dell’ordine. Si indaga per maltrattamenti familiari. Inoltre, la contaminazione da cocaina della bambina ha allarmato ancora di più gli operatori sanitari e le forze dell’ordine.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 27-05-2022


Depeche Mode, deceduto il tastierista Andy Fletcher

Omicidio Lucia Cipriano, morta soffocata nella vasca: fermata la figlia