Un secondo giorno ricco di soddisfazione per l’Italia del ciclismo ai Mondiali su pista. Sono tre le medaglie che gli azzurri riescono a portare a casa.

APELDOORN – Il Mondiale su pista del ciclismo in corso ad Apeldoorn si apre per i colori azzurri sicuramente nel migliore dei modi. Sono tre le medaglie che l’Italia in questo secondo giorno di gare riesce a portare a casa in una serata olandese che sicuramente ha visto i nostri atleti protagonisti.

Ciclismo, tris di medaglie per l’Italia ai Mondiali su pista

Iniziamo con l’argento a sorpresa di Michele Scartezzini nello scratch. L’azzurro, campione italiano di specialità nel 2010, è stato uno dei protagonisti della gara odierna riuscendo insieme al bielorusso Yauheni Karaliouk e all’australiano Callum Scotson ad andare in fuga, che poi si è rivelata decisiva per la conquista delle medaglie. Nella volata finale il 26enne si è accontentato solamente dell’argento con l’oro che va al bielorusso mentre l’australiano completa il podio.

La seconda medaglia arriva nell’inseguimento uomini. Il quartetto azzurro formato da Simone Consonni, Liam Bertazzo, Filippo Ganna e Lamon hanno battuto nella finalina la Germania chiudendo quindi al terzo posto. L’oro è andato alla Gran Bretagna davanti alla Danimarca. Medaglia di bronzo nella stessa specialità femminile con le azzurre Elisa Balsamo, Tatiana Guderzo, Letizia Paternoster e Silvia Valsecchi – che ha preso il posto di Simona Frapporti – che hanno superato il Canada. Qui il titolo va agli Stati Uniti davanti alla Gran Bretagna.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro


Basket, Qual. Mondiali 2019: l’Italia piazza il poker. Romania battuta a domicilio

Atletica, Mondiali indoor: Alessia Trost bronzo nel salto in alto