Rincari 2019, ecco quanto spenderanno in più gli italiani

Rincari 2019, gli italiani devono fare i conti con l’aumento di diversi prodotti. Le stime del Codacons parlano di mille euro in più rispetto al 2018.

ROMA – Nonostante le rassicurazioni da parte del Governo, gli italiani in questo 2019 dovranno fare i conti con diversi rincari. Dalla luce al gas, passando per le mute e i trasporti, saranno molti gli ambiti dove il prezzo sale per un aumento complessivo di 914 euro al mese a famiglia.

Le stime sono state redatte dal Codacons che nel proprio studio ha inserito i 62 euro in più dell’energia, i 185 euro previsti per il consumo dei beni alimentari e i 211 euro per quelli al dettaglio. Senza dimenticare l’aumento dei trasporti che potrebbe toccare i 67 euro e l’RC Auto di 18 euro. Ma la stangata definitiva arriverà direttamente dal carburante con 149 euro mensili.

Rincari 2019, dalle multe alle tariffe autostradali: un 2019 più caro per gli italiani

Sarà un 2019 molto più caro per gli italiani. Oltre a quanto detto in precedenza, secondo la Condacons a pesare sulle tasche degli italiani saranno anche le multe (sei euro in media) e il rincaro delle tariffe autostradali. Il Governo ha bloccato tutto per un anno ma l’Associazione dei Consumatori ha considerato un rincaro di 45 euro a famiglia tra sei mesi.

Insomma una media complessiva di quasi mille euro per i cittadini che dovranno essere più attenti nel risparmio per arrivare a fine mese. Il momento dell’economia italiana non è florido ma questi ultimi rincari non aiutano la popolazione ad uscire da una crisi che ormai dura da diversi anni. La speranza è quella di riuscire a trovare un posto di lavoro ai disoccupati il prima possibile per consentire a tutti di sopperire a questi aumenti che nel nuovo anno peseranno molto per le tasche degli italiani visto il momento complicato che si sta attraversando.

fonte foto copertina https://pixabay.com/en/money-checkout-currency-euro-1700318/

ultimo aggiornamento: 04-01-2019

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X