Accordo sindacale per garantire ai 1.400 lavoratori di Air Italy la cassa integrazione fino a fine 2021. La compagnia aerea è in liquidazione.

CAGLIARI – La notizia era nell’aria e ora giunge la conferma da fonti sindacali: i lavoratori di Air Italy accedono alla cassa integrazione di sei mesi. La cig è stata infatti prorogata sino al 31 dicembre 2021 scongiurando almeno per ora i licenziamenti collettivi. Il provvedimento riguarda 1.400 lavoratori.

Cig per i 1.400 lavoratori di Air Italy

Ieri, in videoconferenza con sindacati, rappresentanti dei Ministeri del Lavoro e dello Sviluppo economico, e delle Regioni Sardegna e Lombardia, i responsabili dell’ex Meridiana hanno dato l’ok al prolungamento degli ammortizzatori fino al 31 dicembre 2021, mentre dal canto proprio il Governo ha dal canto proprio dato via libera con una norma in extremis. Ciò è stato reso possibile grazie alla modifica dell’articolo 45 del Decreto Sostegni bis, che ha avuto copertura dalla Ragioneria generale dello Stato.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

https://www.youtube.com/watch?v=FG05V1v2hjc&ab_channel=Rete55

La liquidazione della compagnia aerea

Air Italy è stata posta in liquidazione l’11 febbraio 2020 e ha cessate le proprie attività di volo. L’ultimo servizio è stato il volo IG996, operato da un Airbus A330-200 Wamos Air proveniente dall’aeroporto di Malé, capitale delle Maldive, atterrato alle ore 17:00 del 26 febbraio 2020. La compagnia era controllata direttamente da AQA Holding, a sua volta controllata da Alisarda S.p.A. per il 51% e da Qatar Airways Company Q.C.S.C. per il restante 49%. La compagnia venne fondata nel marzo del 1963 con il nome Alisarda con l’intento di promuovere il turismo in Sardegna. Nel 1991 il nome fu cambiato in Meridiana.


Istat, il deficit del primo trimestre sale al 13,5 per cento

Borse 1 luglio, mercati in recupero. Lagarde: “Possibile fine stop dei dividendi delle banche”