Cina, è morto il premio Nobel Liu Xiaobo: aveva 61 anni

Le sue condizioni si erano aggravate negli ultimi giorni. Il Premio Nobel per la pace si trovava in carcere per incitamento al sovvertimento dello stato.

chiudi

Caricamento Player...

Si è spento all’età di 61 anni il Premio Nobel per la pace Liu Xiaobo. Nelle ultime ore le sue condizioni si erano aggravate a causa del cancro al fegato tanto che la famiglia – come riporta l’ospedale – avrebbe rifiutato l’intubazione per mantenerlo in vita. Gli ultimi mesi della sua vista li ha trascorsi in carcere dove stava scontando una pena di 11 anni per “incitamento al sovvertimento dello stato”.

Chi era Liu Xiaobo

Liu Xiaobo era nato a Changchun, nel nord della Cina, il 28 dicembre 1995 ma l’infanzia l’aveva trascorsa nella Mongolia interna, dove la sua famiglia spedita in una comune della Rivoluzione Culturale di Mao Zedong. Quando alla morte del Grande Timoniere finalmente si riaprono le scuole piombate nel caos, prima si laura alla Jilin e poi si specializza alla Normale di Pechino, con un master su “Estetica e libertà dell’uomo”. Una carriera velocissima lo porta a studiare prima in Europa e poi negli Stati Uniti dove si decide la sua vita ma anche la morte. L’ultima battaglia è quella che gli costerà la condanna più dura: nel 2008 ha fondato Charta, il manifesto che chiede la fine del partito unico e il rispetto dei diritti umani che ha portato al suo arresto.