Arriva l’avvertimento dalla Cina alla Nato e all’Occidente sulla stabilità del continente asiatico.

Sembra quasi un ultimatum l’esortazione che la Cina fatto alla Nato sull'”astenersi dal tentativo di destabilizzare l’Asia o il mondo in generale”. I due poli si accusano a vicenda di destabilizzare l’ordine mondiale. La minaccia di Pechino arriva dopo l’affermazione del segretario generale della Nato. Stoltenberg infatti aveva accusato Pechino di porre una “sfida sistematica” alla sicurezza nazionale delle democrazie.

La Cina inoltre si è detta “fortemente insoddisfatta e risolutamente contraria alle recenti accuse infondate e agli attacchi diffamatori”. Il riferimento è anche all’accusa avanzata dall’Occidente sull’aiuto che la Cina starebbe fornendo alla Russia sottobanco mentre finge di optare per una mediazione diplomatica. Secondo l’Occidente Pechino avrebbe aiutato Mosca anche militarmente fornendo armi e sostegno militare.

A queste accuse la Cina ha intimato la Nato dicendo di smettere “di diffondere osservazioni false e provocatorie” e abbandonare “il suo approccio conflittuale di tracciare linee basate sull’ideologia”. Pechino, inoltre, accusa la Nato di aver creato caos in Europa, a partire dall’Ucraina, ora non provi a tentare di fare lo stesso in Asia. Queste dichiarazioni dalla Cina mostrano la chiara linea di pensiero del regime di Xi Jinping nei confronti di Usa e Nato, linea molto simile a quella di Putin.

Bandiera Cina
Bandiera Cina

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

La sfida tra Nato e Pechino è un pericolo mondiale

Il ruolo della Cina in Asia sembra delineato: il paese vuole farsi garante della crescita dell’Asia e della frenata dell’Occidente nella sua avanzata. Le due più grandi economie mondiali sono acerrime nemiche anche da un punto di vista politico e ideologico. La Cina vuole bloccare l’invadenza degli Stati Uniti in Asia e lo dimostra il vertice che ospita sull’Afghanistan con tutti i paesi limitrofi e confinanti con il paese sotto il controllo dei taliban.

La situazione afghana ha dato lo spunto a Pechino per dare tutte le colpe agli Usa e alla sua invadenza per cercare alleati nel continente per puntare il dito contro lo zio Tom e le sue mire espansionistiche. Sfidare la Cina in questo momento significa per la Nato e l’Occidente ritrovarsi contro tutta l’Asia e la guerra in Ucraina sarebbe un pretesto per schierarsi al fianco di Putin.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 12-04-2022


Perché alcune persone non si ammalano di Covid?

Prevedere gli arresti cardiaci: grazie ad un algoritmo è possibile