I soccorritori sono riusciti a trarre in salvo la metà dei minatori bloccati nelle viscere dello Shandong da due settimane.

PECHINO – Buone notizie dallo Shandong, in Cina, dove 11 dei 22 minatori rimasti bloccati sono stati tratti in salvo.

https://www.youtube.com/watch?v=zNHJwcYp4LA

Cina, minatori in salvo

La notizia è stata riportata dalla Cnn: intorno alle 11 locali (le 6 in Italia, ndr) le squadre di recupero e soccorso hanno raggiunto il primo dei minatori, le cui condizioni sono gravi. Le riprese di Cctv hanno mostrato un piccolo carrello elevatore che saliva in superficie, sollevato da un enorme impianto di perforazione. Un uomo con una mascherina, che sembrava incapace di stare in piedi, è emerso accompagnato dai soccorritori. Poi, circa un’ora dopo, sono emersi altri dieci minatori, con i quali era stato stabilito un contatto in superficie.

La miniera nello Shandong

L’incidente è sorto lo scorso 10 gennaio, allorché una esplosione avvenuta in una miniera nello Shandong, vicino a Qixia, ha bloccato la galleria di uscita. In quel momento, a seicento metri sotto terra, si trovavano 22 operai. Il sito della miniera è di proprietà della Shandong Wucailong Investment. Immediati i soccorsi. La scorsa settimana, purtroppo, uno dei minatori è deceduto.

Questo nello Shandong è solo l’ultimo incidente in ordine di tempo che si verifica in una miniera in Cina, dove gli standard di sicurezza sono sotto accusa. A dicembre, 23 minatori sono deceduti in un sito nella città di Chongqing, nel sudovest del Paese, appena pochi mesi dopo la morte di altre 16 persone a causa dell’avvelenamento da monossido di carbonio in un’altra miniera di carbone della città.


Arrestato a Amsterdam Tse Chi Lop, “El Chapo” asiatico

Bambina di sette mesi morta dopo il ricovero. Accertamenti in corso