Cinque locali migliori di Madrid: dalla birra tedesca al Flamenco sulle orme di Cervantes

A Madrid, si sa, divertirsi è uno dei must, e va detto che la capitale spagnola mette a disposizione del turista (e dei cittadini) tutti gli strumenti e i locali adatti per convincere chiunque a riuscire nell’intento. Si passa da discoteche a sette piani (per accontentare tutti o quasi), alla birra tedesca per arrivare al flamenco e alla cucina tipica spagnola per consumare un pasto tradizionale lì dove Cervantes scriveva il suo Don Chisciotte della Mancia.

Cinque locali migliori di Madrid:

Teatro Kapital

Partiamo di diritto dal locale più grande della città: sette piani, ognuno dedicato a un genere musicale diverso, per far ballare e scatenare tutti al ritmo delle musiche lanciate da dj di fama internazionale. Ottima anche la scelta dei drink. Per gli amanti della discoteca questo è un must.

El Viajero

Preferite godervi Madrid stando all’aria aperta e scambiando qualche chiacchiera con i vostri compagni di avventura? Non c’è problema, la capitale spagnola vi accontenterà. El Viajero vi sorprenderà per la splendida vista di cui si gode, per gli ottimi cocktail e per la piacevole musica dal vivo di sottofondo.

Cafe de Chinitas

Locale decisamente più caratteristico dove a farla da padrona è il flamenco, uno dei tesori della tradizione culturale spagnola. Anche la cena, ovviamente, è in perfetta linea con la storia e le usanze della Spagna.

Casa Alberto

Proprio in questo storico locale lo scrittore spagnolo Cervantes scrisse parte del suo famigerato Don Chiscotte. Mangerete immersi tra i cimeli dell’autore e gusterete l’ottima cucina tradizionale. Aperto a pranzo e a cena.

Cerveceria Alemana

Meno spagnola (come suggerisce chiaramente il nome) è invece la Cerveceria Alemana, un angolo di Germania affogata nel miglior luppolo trattato alla maniera tedesca. Un buon incontro di culture diverse ma decisamente compatibili.

ultimo aggiornamento: 22-03-2017


Torino e tanto altro, dieci cose da vedere in Piemonte in primavera

I cinque locali migliori di Genova