Cinque luoghi nascosti di Skopje, dal Bazar al vecchio acquedotto

A spasso per la città di Skopje, cuore pulsante della Repubblica di Macedonia, tra antiche costruzioni e magnifici edifici di culto.

chiudi

Caricamento Player...

Skopje è la capitale della Repubblica di Macedonia. Attraversata dal fiume Vardar, la città, dominata dalla Fortezza Kale, è ricca di attrazioni e monumenti, musei e aree a verde. Non a caso, Skopje è il principale centro politico, economico e culturale della nazione. Ecco una pratica guida per scoprire alcuni deli luoghi più belli, da visitare assolutamente.

Cinque luoghi nascosti di Skopje

Situata nel vicino abitato di Gorno Nerezi, la chiesa di San Pantaleimon è stata costruita nel lontano 1164. Un autentico gioiello realizzato in stile bizantino: gli interni di questo meraviglioso edificio di culto sono impreziositi da diversi affreschi.

Il vecchio maniero

La Fortezza Kale svetta nella zona più alta e antica di Skopje. La prima costruzione, ad opera dei bizantini, risale al VI secolo, ma il maniero è stato più volte distrutto e ricostruito. È uno dei luoghi più gettonati dai turisti che visitano la capitale macedone e offre una spettacolare vista della città.

L’antico Bazar ottomano

Il cuore più vecchio di Skopje è rappresentano dal bazar Stara Čaršija. Si tratta dell’antico mercato ottomano, uno dei più grandi dei Balcani, situato nei pressi del fiume Vardar. La zona ha mantenuto le prerogative, lo stile e l’atmosfera di un tempo, con i suoi caffè e le botteghe artigiane di tessuti, oggetti in legno, oro ecc.

L’acquedotto romano

A pochi chilometri dalla città, è possibile ammirare un magnifico acquedotto romano (secondo alcuni, invece, è di epoca ottomana). La struttura, oggi abbandonata ma perfettamente conservata, serviva per trasportare l’acqua dalle montagne ai bagni turchi di Skopje.

La Torre ricostruita

Con i suoi 39.8 metri, la torre dell’orologio di Skopje, eretta nel 1566, è la più alta di tutta la Repubblica di Macedonia. Distrutta da un brutto incendio, la torre, la cui parte superiore era realizzata in legno, è stata ricostruita nel 1689.