La bella Praga come non l’avete vista sugli itinerari organizzati per il turismo di massa. Cinque mete alternative per vivere le meraviglie della città

Una delle scoperte più affascinanti nel turismo est-europeo è sicuramente la bella Praga, città ridente e romantica da conoscere e vivere anche lontani dai soliti monumenti noti al turismo di massa.

Cinque mete alternative di Praga:

Casa della Campana di pietra

Siamo nella centralissima Piazza della Città Vecchia di Praga dove, spesso inosservata agli occhi dei turisti, si erge la Casa della Campana di pietra, un edificio in stile gotico che deve il suo nome alla campana in pietra scolpita sulla sua facciata in epoca medievale. Per gli amanti dell’architettura o dell’arte è consigliabile soffermarsi ad ammirarla.

Mala Strana

Raggiungibile dalla città Vecchia attraversando il Ponte Carlo, il quartiere di Mala Strana sorge alle pendici del castello. Sono splendidi alcuni dei monumenti conservati nel Piccolo Quartiere (come la chiesa di Santa Maria la Vittoriosa o la Chiesa di San Nicola), nel cui interno si trova anche un piccolo isolotto, l’isola di Kampa, dove si trova un bellissimo parco pubblico.

Vecchio Cimitero ebraico

Si tratta di uno dei posti più emotivi della città: è l’unico luogo, infatti, in cui gli ebrei della città potevano seppellire e piangere i loro morti. A causa dell’esiguo spazio a disposizione molte lapidi (ce ne sono circa 12.000) si sovrappongono creando un effetto di grande sofferenza.

Vysehrad

Spostiamoci adesso nei pressi della centralissima Piazza San Venceslao e arriviamo alla cittadella di Vysehrad, dove un tempo sorgeva un sontuoso castello di cui non restano che le rovine. All’interno del quartiere sorgono la basilica di San Pietro e Paolo e l’edificio più antico di Praga, noto come la Rotonda di San Martino.

Petrin

Amata dagli abitanti di Praga e quasi ignorata dai turisti, la collina di Petrin è un’immensa distesa verde nel centro della città, perfettamente curata e allestita per accogliere i suoi visitatori. È sicuramente il luogo migliore per consumare il proprio frugale pranzo al sacco o semplicemente per rilassarsi un po’ dopo le lunghe camminate e le visite nei musei. Una splendida alternativa all’aria aperta.

ultimo aggiornamento: 09-03-2017


I cinque aperitivi migliori di Trieste: dal Gran Malabar alla Preferita

Cinque luoghi nascosti di Milano, tra ossari, illusioni ottiche e palle di cannone