Ciro Immobile positivo al test per la ricerca del nuovo coronavirus, l’attaccante della Lazio salta la partita contro il Venezia, l’ultima del 2021.

Ciro Immobile si ferma per colpa del Covid: l’attaccante della Lazio è risultato positivo al test per la ricerca del nuovo coronavirus e salterà quindi la sfida di campionato contro il Venezia, che chiude il 2021.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Covid, positivo Ciro Immobile. L’attaccante sta bene ed è in isolamento

Immobile sarebbe risultato positivo in seguito ad una serie di controlli effettuati in seguito ad un contatto avvenuto nella cerchia famigliare. Il calciatore, in attesa dei risultati dei test, aveva deciso di procedere con l’autoisolamento, quindi non si è allenato con i compagni. Il test ha dato esito positivo, quindi Immobile è costretto a saltare la sfida contro il Venezia.

Le condizioni di Immobile comunque sono buone. Il calciatore si trova a casa e le sue condizioni sono monitorate dai medici della Lazio. Non è chiaro da quale contatto Immobile abbia contratto il virus. Secondo alcune indiscrezioni anche la moglie di Immobile sarebbe positiva al Covid, ma non sono arrivate conferme ufficiali da parte dei diretti interessati.

Ciro Immobile
Ciro Immobile

Sarri senza Immobile per l’ultima partita dell’anno

Per Sarri l’assenza forzata di Immobile è l’ennesimo ostacolo su un cammino decisamente complesso. Contro il Venezia il tecnico della Lazio potrebbe puntare nuovamente sul tridente insolito composto da Pedro, Zaccagni e Felipe Anderson, che veste i panni del falso 9. Si tratta di una soluzione quantomeno fantasiosa ma che in campo ha dato i suoi risultati. In ottica mercato, questa soluzione è un chiaro messaggio indirizzato a Muriqi, che doveva essere l’alternativa a Ciro Immobile. Per l’attaccante la scelta di schierare Felipe Anderson come falso 9 suona inevitabilmente come una bocciatura.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

calcio news coronavirus

ultimo aggiornamento: 21-12-2021


Casa Milan venduta a un fondo immobiliare

Infantino spinge per il Mondiale ‘biennale’: “È fattibile”