Citroën 2CV: nasce la Soleil

Citroën 2CV Soleil, la filiale italiana della Casa francese compie la “missione impossibile” realizzare la Deuche mai nata, immaginata e disegnata da Serge Gevin negli anni Ottanta.

Citroën Italia ha portato a termine una “missione impossibile”, realizzare la 2CV Soleil, versione speciale immaginata e disegnata da Serge Gevin, titolare dell’agenzia Pink, autore di diverse serie speciali della Deuche (contrazione di Deux Chevaux, ovvero Due Cavalli). La prima, nata quasi per caso, fu la 2CV Spot, la cui carrozzeria bianca – arancio riprendeva i motivi tipici delle sdraio da spiaggia. Da questa versione derivò negli anni Ottanta la mitica 2CV Charleston, declinata nelle scale cromatiche nero/giallo, nero/rosso, doppia tonalità di grigio, che divenne l’auto chic per eccellenza di ragazze e signore della borghesia francese. Sempre a Gevin si deve la 2CV Dolly e la Dyane Caban.

Era rimasta invece solo abbozzata sulla carta un’altra 2CV davvero particolare. Bianca e gialla. La scocca bianca, i parafanghi gialli, così come il cofano posteriore e la capote. I paraurti bianchi, come le scocche dei fari rotondi. Bianchi anche i cerchi delle ruote. Sul bagagliaio il disegno di un salvagente e sulle portiere un cappello da marinaio ed una pipa. Guardando il disegno, faceva subito pensare al cielo, al mare, al sole, alla gioia di vivere.

Citroën Italia ha deciso di realizzarla sotto la supervisione di Gevin in persona, partendo da ciò che restava di una 2CV Club del 1982. L’esemplare ha partecipato al recente 21° raduno mondiale della 2CV tenutosi a Toruń, in Polonia che ha richiamato nella città polacca oltre 25.000 partecipanti e ottomila Deuche provenienti da tutto il mondo.

Clicca per sapere tutto sul raduno

Clicca per vedere le altre versioni speciali della 2CV

Clicca sulle foto per ingrandirle ed entrare nella galleria fotografica

ultimo aggiornamento: 10-08-2015

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X