Citroën DS 23 Pallas: la Dea rinata

La DS Italia ha riportato all’antico splendore una Citroën DS 23 Pallas del 1974, il modello più prestigioso ed oggi più ricercato dai collezionisti delle celebri Dee.

Nella prima metà degli anni Settanta la Citroën DS 23 Pallas era la vetture simbolo dell’alta borghesia francese. Auto di rappresentanza con autista, ma anche di famiglia. Straordinariamente elegante e sofisticata, era la massima evoluzione di quello che veniva, giustamente, definito “salotto viaggiante”. La decisione di aumentare l’alesaggio al massimo consentito dal blocco motore (93,5 mm) aveva incrementato la cilindrata a 2347 cm3, mentre l’iniezione elettronica portava la potenza a 130 CV a 5250 giri/min. I clienti potevano scegliere tra il cambio sequenziale semiautomatico a quattro marce, il cambio a leva manuale a cinque marce e la trasmissione automatica Borg-Warner a tre marce. Si poteva viaggiare per ore, in assoluto comfort, sul filo dei 200 km/h con livelli di consumo per l’epoca sorprendenti e un grado di sicurezza unico. Straordinaria la tenuta di strada che rendeva la guida, soprattutto sui tornanti, divertente e appagante sia di giorno sia di notte, quando i fari orientabili facevano la differenza. La DS 23 Pallas rimase in produzione dall’ottobre 1974 alla primavera 1975, oggi è uno dei modelli più ricercarti dai collezionisti di DS. Per renderle omaggio la DS Italia, nuovo marchio del Gruppo PSA Peugeot Citroën, ha deciso di riportare all’antico splendore una Citroën DS 23 Pallas del 1974.

Citroen DS 23 Pallas 1974.
Citroen DS 23 Pallas 1974.

ultimo aggiornamento: 05-06-2015

X