Ramy, l'appello di Luigi Di Maio a Matteo Salvini: "Risoluzione rapida"

Di Maio: Concedere cittadinanza a Ramy. Salvini: A oggi non ci sono gli elementi

Caso Ramy, Luigi Di Maio a Matteo Salvini: Confido in una rapida risoluzione, anche Giuseppe Conte è d’accordo.

Mentre Matteo Salvini in conferenza stampa sottolinea l’unità del governo dopo le elezioni in Basilicata, Luigi Di Maio torna a riaccendere la polemica sulla cittadinanza a Ramy. Il vicepremier pentastellato, parlando del ragazzo che ha evitato una tragedia allertando i carabinieri durante il sequestro dell’autobus da parte di Sy, ha chiesto al ministro degli Interni di stringere i tempi e concedergli la cittadinanza.

Luigi Di Maio e Matteo Salvini
Roma 01/06/2018 – giuramento Governo Italiano / foto Insidefoto/Image nella foto: Luigi Di Maio-Matteo Salvini

Cittadinanza Ramy, Luigi Di Maio: Confido in una rapida risoluzione, anche Giuseppe Conte è d’accordo

“Su Ramy confido in una rapida risoluzione per quanto riguarda la cittadinanza per meriti speciali. Anche il presidente del Consiglio Giuseppe Conte è d’accordo, ha scritto Luigi Di Maio su Facebook.

“Non stiamo a girarci troppo intorno. Diamo la cittadinanza a quel bambino”.

“Quel bambino di origini egiziane ha compiuto un gesto straordinario. Durante l’assalto a San Donato Milanese ha avuto il coraggio di chiamare i carabinieri e salvare così la sua vita e quella dei suoi compagni. Come sapete nei giorni scorsi ho scritto anche ai ministeri competenti per fare in modo che la sua pratica arrivi presto al Consiglio dei ministri. Mi aspetto che accada”.

“Diamo la cittadinanza a quel bambino. C’è già una legge che lo consente, non dobbiamo inventarcela. Facciamolo e basta. Come ho già detto, questo è un Paese che vale molto di più della semplice indignazione: dimostriamolo. Iniziamo a guardare avanti. Facciamolo. Senza perderci in facili strumentalizzazioni“.

Luigi Di Maio
Luigi Di Maio

Matteo Salvini: Controlli in corso

In occasione della conferenza stampa post elezioni in Basilicata, Salvini ha commentato la vicenda rispondendo a una domanda dell’inviato de Le Iene.

Ho enorme rispetto per quello che hanno fatto questi ragazzini, stiamo facendo quello che un ministro e un Ministero devono fare. Stiamo facendo gli approfondimenti del caso, non su un ragazzino di 13 anni, ma su altro, non fatemi entrare nei dettagli. Se non ci saranno problemi sarò la persona più felice del mondo“. “Purtroppo a stasera non ci sono gli elementi per concedere la cittadinanza. Mi spiacerebbe moltissimo, però così è“, ha poi aggiunto Salvini

ultimo aggiornamento: 26-03-2019

X