Nuovo codice etico M5S: il 91% dei votanti opta per il ‘sì’

Tra le novità previste fa discutere il fatto che non scatterà più una sanzione automatica in caso di avviso di garanzia di un eletto pentastellato

chiudi

Caricamento Player...

Con il 91% dei consensi tra i votanti (37.360 su poco più di 41mila), il Movimento 5 Stelle ha approvato il nuovo codice etico, proposto nella giornata di ieri da Beppe Grillo sul proprio blog. Attraverso la votazione online, dunque, una parte della base elettorale pentastellata ha deciso di modificare, parzialmente, le regole riguardanti i rapporti tra gli eletti del Movimento e le autorità giudiziarie. Tra le novità più importanti vi è il fatto che non scatterà automaticamente una sanzione per gli eletti coinvolti in un’indagine. In caso di avviso di garanzia i soggetti coinvolti dovranno avvertire il gestore del sito, mentre al garante e al collegio dei Probiviri spetterà la decisione sui provvedimenti da adottare. Una svolta ‘garantista’ che ha fatto discutere sia tra gli elettori a cinque stelle che tra i principali avversari politici.