Codice fiscale ai neonati, tutte le informazioni

Codice fiscale ai neonati, tutto quello che c’è da sapere: ecco tutte le informazioni per richiedere uno strumento fondamentale di identificazione

La tessera sanitaria insieme al codice fiscale sono due strumenti fondamentali di identificazione. Scopriamo come è possibile richiedere il codice fiscale ai neonati.

Codice fiscale ai neonati

Il codice fiscale è uno strumento importantissimo di identificazione utilizzato in Italia ed indispensabili per le relazioni tra cittadini, enti e pubbliche amministrazioni. Si tratta di un documento rilasciato dall’Ufficio delle Imposte Dirette dietro presentazione di apposita richiesta e presentazione di un documento di identità. In caso di neonati, esso può richiesto direttamente dai genitori. Oggigiorno esistono online una serie di programmi informatici per il calcolo del codice fiscale. Per farlo è necessario le informazioni anagrafiche dell’individuo, anche se ricordiamo che l’unico codice riconosciuto valido è quello emesso dall’Agenzia delle Entrate. Nessun soggetto, infatti, è autorizzato al calcolo oppure alla stampa del codice. Dopo la nascita di un figlio spetta ai giovani richiedere al più presto il codice fiscale presso i registri anagrafe per ricevere documenti indispensabili come la tessera sanitaria utile per l’iscrizione al servizio sanitario nazionale con cui è possibile accedere alle prestazioni mediche pubbliche e convenzionate.

Tessera sanitaria

La tessera sanitaria è un documento rilasciato a tutti i cittadini italiani, ma anche stranieri purché presenti nell’Unione Europea. E’ disponibile anche per gli stranieri extra EU purché in possesso di regolare permesso di soggiorno oppure stranieri in fase di regolarizzazione. Dal 1 gennaio 2006, una volta attribuito il codice fiscale da parte del Comune o dall’Agenzia delle Entrate, la tessera sanitaria viene spedita automatica all’indirizzo di residenza del neonato con scadenza di un anno dalla data di emissione. Sarà successivamente l’ASL di competenza ad inviare i dati utili per l’emissione di una seconda tessera sanitaria con scadenza normale, ossia cinque anni dalla data di rilascio. La tessera sanitaria, oltre ad essere indispensabile per richiedere prestazioni del servizio sanitario, come valore fiscale oggi è stata equiparata al codice fiscale.certificato_unicasim

ultimo aggiornamento: 26-08-2017

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X