L’annuncio del sindaco di Codogno: “Per la prima volta da quel terribile 20 febbraio Codogno registra una percentuale pari a zero di contagiati positivi al Covid su cittadini residenti”.

Codogno è Covid free. Dopo aver festeggiato per la chiusura dell’area Covid, ora la comunità esulta per quella che sembra essere la fine di un lunghissimo incubo. Da Codogno è iniziato un capitolo di storia italiana che ha segnato intere generazioni e che lascerà il segno. A Codogno era stato rintracciato il paziente uno. Il 15 giugno 2021, a più di un anno di distanza dall’inizio del dramma, a Codogno si contano zero casi tra i residenti.

Codogno Covid free, dopo sedici mesi la fine dell’incubo

Ad annunciarlo è il sindaco, che si rivolge ai cittadini con un messaggio condiviso sui social: “Per la prima volta da quel terribile 20 febbraio Codogno registra una percentuale pari a zero di contagiati positivi al Covid su cittadini residenti“. Il traguardo zero casi è stato tagliato dopo sedici mesi di inferno, di battaglia, di lotte, di sofferenza, di eroismo.

Un traguardo importante e un ulteriore passo avanti verso il ritorno alla normalità per la nostra comunità. La campagna vaccinale prosegue spedita. Siamo ormai arrivati ad una percentuale del 63,15 per cento. Un ottimo risultato che sta dando i suoi frutti. Avanti così!“, prosegue il primo cittadino senza nascondere la gioia e la soddisfazione.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Terapia intensiva coronavirus
Terapia intensiva coronavirus

Il sindaco: “Siamo ad un passo dall’immunità di gregge”

Nei momenti peggiori siamo arrivati ad avere oltre 500 contagi. Invece negli ultimi mesi abbiamo visto questo numero scendere. Ora siamo a un passo dall’immunità di gregge. Il risultato di oggi è segno di una comunità che vuole ripartire e guardare al futuro in sicurezza“, ricorda il sindaco, secondo cui la campagna di vaccinazione è stata fondamentale per portare Codogno fuori dal dramma dell’emergenza sanitaria.

TAG:
coronavirus

ultimo aggiornamento: 16-06-2021


Strage di Ardea, il bimbo di 10 anni è morto per soccorrere il fratello

Covid, la variante Delta fa paura: quali sono i sintomi e come riconoscerla